La danza dei draghi-Capitolo 41

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Il Voltagabbana (Reek V) 
La danza dei draghi
Copertina12.jpg
PDVIl Voltagabbana (Reek V)
LuogoGrande Inverno
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Tyrion IX ← Il Voltagabbana (Reek V)   → Il Trofeo del Re (Asha II)  


Una tormenta di neve rallenta momentaneamente l'avanzata di Stannis Baratheon su Grande Inverno, ma Theon Greyjoy deve fare i conti con vecchi e nuovi problemi, tra cui una nuova conoscenza troppo curiosa. Dato che egli conosce bene il castello, lady Barbrey Dustin gli chiede di mostrarle un luogo particolare, dove la donna rivela i dettagli sulla situazione e i motivi che l'hanno spinta a detestare gli Stark.


Indice

Sinossi

La mattina successiva a una fitta nevicata, lord Roose Bolton proclama che la neve è un segno di ostilità degli Antichi Dèi nei confronti di Stannis Baratheon, un estraneo, facendo esultare tutti gli uomini presenti nella sala tranne Theon Greyjoy e i Frey che, proprio come Stannis, sono estranei nel Nord. Dopo aver accompagnato “Arya Stark” all'altare, Theon non è più di alcuna utilità a lord Roose e, difatti, viene ora trattato come una persona comune. Mentre attende la colazione, Ramsay Bolton fa il suo ingresso nella sala con i suoi ragazzi. La giovane sposa non è con lui e, sebbene alcune storie sostengano sia legata al letto, Theon sa invece che la ragazza è soltanto confinata nella sua stanza. Quasi ogni sera, su ordine di Ramsay, Theon deve fare il bagno alla giovane e, notando i numerosi lividi, le raccomanda sempre di compiacere il suo sposo, ma è sordo alle richieste di aiuto di lei. Sa bene che, quando Ramsay si sarà stufato del suo nuovo giocattolo, tornerà a reclamarlo e allora per lui inizierà un nuovo calvario di dolore e sofferenza.

Theon non finisce neppure la colazione mentre ascolta alcuni uomini parlare della tormenta di neve che imperversa, fino a quando i suoi pensieri non vengono interrotti da una donna che lo chiama con il suo vero nome. Dopo averle subito ricordato che lui è “Reek”, Theon scopre che si tratta di una delle donne giunte in compagnia del cantastorie Abel. Ella è magra e per nulla graziosa, però Theon pensa che, un tempo, se la sarebbe volentieri portato a letto. La donna lo esorta a sorridere, cosa che lui non ha fatto neppure il giorno delle nozze, ma Theon non ha intenzione di darle retta, così lei lo incalza chiedendogli i dettagli della conquista di Grande Inverno, affinché Abel ne possa trarre una canzone. Sebbene lei continui a fargli domande sulla sua impresa, quanti uomini ha coinvolto, quali vie segrete ha sfruttato, quali tecniche ha utilizzato, Theon non rivela alcun dettaglio e teme che la donna non sia altro che l'ennesima trappola architettata da Ramsay per spingerlo a scappare e poterlo così punire, come era successo con Kyra. Quando la donna, che dice di chiamarsi Rowan, lo esorta a fidarsi di lei e gli tocca una mano, Theon decide di allontanarsi.

Uscito nel cortile, vede la neve continuare a cadere senza sosta, mentre alcuni armigeri si dedicano alla costruzione di pupazzi di neve con le fattezze dei lord del Nord. Theon si addentra sempre di più tra le rovine della fortezza, comunque sufficienti a ospitare numerosi uomini e a difendersi da un eventuale attacco, fino ad arrivare sulle mura interne, da solo, lontano da tutti. Nessuno gli ha dato il permesso di muoversi liberamente, ma nessuno glielo ha negato, così Theon rimane lassù a osservare il mondo diventare bianco e sparire sotto la neve. Stannis Baratheon è da qualche parte in quella coltre bianca e Theon si ritrova a pensare di quando lui ha conquistato Grande Inverno approfittando delle tenebre, in modo furtivo. Stannis non utilizzerà quel sotterfugio. Se però cercherà di conquistare il castello con un lungo assedio, si troverà ben presto in difficoltà, mentre le riserve alimentari di Grande Inverno garantiranno all'esercito di lord Bolton una resistenza più longeva. Giunto poi nel Parco degli Dèi, Theon si getta in ginocchio al cospetto dell'Albero del Cuore, implorando aiuto, senza tuttavia aver bene in mente di che tipo di aiuto abbia bisogno.

Theon torna quindi nella sala grande, in tempo per il pranzo. Nel mentre, due esploratori di lord Bolton rientrano e riferiscono che l'avanzata di Stannis è rallentata fino ad arrancare e che gli uomini del Sud sono in grande difficoltà. Mentre Theon osserva gli avanzi del suo pasto, lady Barbrey Dustin fa il suo ingresso nella sala e ordina a due suoi uomini di prelevare il Voltagabbana. La donna, contrariata nel constatare che Theon indossa gli stessi abiti che indossava alle nozze, gli dice che i suoi uomini hanno cercato a lungo, ma senza successo, l'ingresso delle cripte del castello e gli chiede quindi se sappia arrivarci. Theon risponde in modo affermativo e, sebbene l'idea di scendere nelle cripte non gli piaccia per nulla, è costretto ad accompagnare la donna, desiderosa invece di visitarle.

Theon conduce Barbrey e i suoi uomini nell'area più antica del castello, devastata dall'attacco di Ramsay, punto in cui è stato trovato Bran Stark quando era caduto dalla torre. Dopo aver sgombrato l'ingresso, i due, accompagnati da un armigero, scendono nelle profondità della terra e, non appena arrivati in fondo, Barbrey nota ad alta voce che lady Arya piange e che lord Roose non è per nulla contento di ciò, dato che le lacrime della ragazza sono più pericolose delle spade di Stannis. Gli uomini del Nord, ormai legati ai Bolton, amano ancora gli Stark e molti di loro si trovano lì solo per la ragazza e per l'affetto che nutrivano nei confronti di lord Eddard Stark, di certo non per i Bolton, il che rende le neonate alleanze tra i nobili del Nord molto meno solide di quanto sembrino in realtà. Se Ramsay ha davvero intenzione di tenere Grande Inverno deve insegnare alla sua sposa a ridere, non lasciarla piangere.

Arrivano finalmente in un lungo tunnel con il soffitto a volta dove sono ospitate molte tombe di membri della Casa Stark. Theon ne indica alcune, tra cui quella del re in ginocchio, ultimo re del Nord fino a Robb Stark, ma lady Barbrey vuole vedere la tomba di lord Eddard. Mentre avanzano nella cripta, notano che alcune statue non hanno più la spada in grembo, un dettaglio inquietante per Theon, che ricorda un'antica credenza secondo la quale il ferro delle spade sigilla gli spiriti nelle loro tombe, così per non pensarci chiede alla donna come mai odia gli Stark e lei gli risponde che è per lo stesso motivo per cui lui li ama. Theon inizialmente nega, ma lady Barbrey gli ricorda che ha accompagnato Robb Stark in tutte le sue maggiori azioni nella Guerra dei Cinque Re, così Theon ammette che ha sempre voluto essere uno di loro. Lady Barbrey aggiunge che non ha mai potuto diventarlo e che loro due hanno più cose in comune di quanto pensi.

Giunti davanti alle statue di lord Rickard Stark e di Brandon Stark, i due visitatori si accorgono che entrambe non hanno le spade. Lady Barbrey sostiene che Brandon si sarebbe infuriato dato che amava la sua spada, rivelando così di conoscerlo. Racconta che il ragazzo è stato educato a Barrowton e il lord suo padre voleva dargli in sposa una delle sue figlie, ma Brandon si è preso la verginità di Barbrey senza aspettare il consenso del lord. La ragazza lo ha accettato con gioia ma, poi, l'annuncio del fidanzamento di Brandon con Catelyn Tully ha provocato solo dolore. L'ultima notte che i due hanno passato insieme, Brandon ha confessato a Barbrey di non avere intenzione di sposare Catelyn, ma anche che l'ambizioso lord Rickard ha preferito concordare il matrimonio del suo erede con la figlia di una grande casata del Sud, non con quella di uno dei suoi vassalli. Il padre di lady Barbrey ha allora sperato di darla in sposa a Eddard, ma dopo la morte di Brandon i Tully si sono presi anche lui e a lei è rimasto il giovane Willam Dustin, finché Eddard non glielo ha portato via. Il suo giovane sposo è partito per combattere, sebbene lei l'abbia pregato di rimanere, e, al termine del conflitto, lord Eddard in persona le ha riportato lo splendido destriero del marito, ma non le sue ossa, sepolte ai piedi delle Montagne Rosse. Eddard ha però riportato i resti di sua sorella, un affronto che lady Barbrey non gli ha mai perdonato, per questo non ha intenzione di permettere che il corpo di lord Eddard riposi nella cripta.

Theon, perplesso da quest'ultima affermazione, chiede spiegazioni, così la donna racconta che, prima delle Nozze Rosse, lady Catelyn ha ordinato che i resti del marito fossero riportati a Grande Inverno, ma la conquista di Moat Cailin da parte di Victarion Greyjoy sembra aver bloccato i viaggiatori. Da quel giorno, lady Barbrey attende che i resti di Eddard appaiano a Nord dell'Incollatura per intercettarli e assicurarsi che non arrivino mai a destinazione. Usciti dalla cripta, la donna raccomanda a Theon di non raccontare nulla di quello che ha appena appreso da lei e il Voltagabbana le assicura che non lo farà.


Lista dei personaggi

Apparsi


Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti