La danza dei draghi-Capitolo 51

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Theon I 
La danza dei draghi
Copertina12.jpg
PDVTheon I
LuogoGrande Inverno
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Daenerys VIII ← Theon I   → Daenerys  IX


L'attacco di Stannis Baratheon a Grande Inverno è ormai imminente e la tensione incrina sempre di più i rapporti tra gli alleati della Casa Bolton. Theon Greyjoy viene, suo malgrado, coinvolto in un piano disperato, che gli permette però di abbandonare l'identità di Reek. Questa sua ritrovata consapevolezza gli consente di rivedere il suo legame con Ramsay Bolton e di prendere una decisione che sembra cambiare in positivo una situazione disastrosa.


Indice

Sinossi

La nevicata non accenna a diminuire e, peggio ancora, i tamburi e le trombe di guerra segnalano il continuo avvicinamento di Stannis Baratheon. Al mattino, i soldati di Grande Inverno si preparano all'attacco imminente, mentre Theon Greyjoy fa colazione nella sala grande del castello osservando da lontano Abel e due lavandaie intente a consumare il pasto. Il ragazzo pensa che, bevendo in abbondanza, il piano di Abel gli sembrerà meno folle di quanto è in realtà. Roose Bolton e la sua giovane moglie si accomodano al tavolo alto dove altri lord sono già seduti e, poco dopo, giunge anche Ramsay Bolton, di pessimo umore, come nota Theon. Teme che, solo guardandolo in faccia, Ramsay capisca cosa ha in mente: ha detto ad Abel che il piano non funzionerà e che saranno sicuramente inseguiti dai cani da caccia di Ramsay, ma il cantastorie ha ribadito che Stannis non è molto lontano e che basterà raggiungerlo per essere in salvo. Theon ha allora cercato di dissuaderlo raccontandogli la fine che fanno le donne cacciate da Ramsay, ma Abel non ha accennato a cambiare idea e Theon è solo riuscito a fargli promettere che non lo farà ricadere nelle mani di Ramsay.

Se il piano di Abel non funzionerà, la morte di Theon sarà lunga e orribile e il rischio che si preparano a correre è anche inutile, dato che la ragazza non è la figlia di Eddard Stark. Theon è stato tentato di raccontare la verità ad Abel quando le lavandaie l'hanno portato da lui, ma poi ha preferito tacere.

La porta della sala si spalanca di colpo. Hosteen Frey, accompagnato da Grande Walder e alcuni armigeri, fa il suo ingresso annunciando l'ennesimo omicidio misterioso che, questa volta, ha coinvolto Piccolo Walder, nipote dello stesso Hosteen, trovato morto sotto un cumulo di neve. Hosteen deposita il corpo del ragazzo ai piedi del tavolo dei lord e Grande Walder racconta che il cugino doveva incontrare un uomo che gli doveva dei soldi vinti con dei giocatori di Porto Bianco, un individuo che egli non conosce. Tale informazione basta ad Hosteen per accusare apertamente lord Wyman Manderly di essere il mandante dell'omicidio, ma questi sostiene di conoscere poco la vittima e aggiunge che forse è stato meglio morire da bambino, anziché crescere e diventare un Frey.

Quest'ultima affermazione scatena la furia di Hosteen che, sguainata la spada, assale il lord, ferendolo gravemente alla gola. Solo l'intervento di numerosi uomini di Forte Terrore pone fine alla violenta colluttazione, che si conclude con una decina di morti e numerosi feriti tra gli uomini di Manderly e dei Frey. Appena torna la calma, lord Roose annuncia che l'esercito di Stannis si trova a tre giorni dalla fortezza, bloccato nella neve, e ordina a Hosteen, così ansioso di lottare, di prepararsi e guidare il primo attacco contro il nemico. Il cavaliere promette che avrà anche la testa di lord Manderly, ma Ramsay gli intima di obbedire agli ordini di suo padre e preparare l'attacco, rimandando le diatribe interne al futuro, dopo la sconfitta di Stannis. Lord Roose, allora, chiama Abel e gli ordina di cantare.

Rowan prende da parte Theon e gli dice che devono agire subito: è fondamentale che loro raggiungano Stannis prima degli uomini dei Bolton. I due raggiungono il Parco degli Dèi e Rowan si infuria quando Theon cita il motto della Casa Stark per constatare che l'inverno è sempre più vicino. Il ragazzo la affronta rinfacciandole che hanno ucciso un ragazzino per mettere i Frey contro i Manderly, ma Rowan nega ogni coinvolgimento nella morte di Grande Walder e gli ricorda che lui ha ucciso i figli di lord Eddard. Theon sa che, nonostante tutte quelle minacce, Rowan non gli farà nulla perché ha bisogno di lui, ma sa anche che rivelarle la verità, ovvero che a morire non sono stati Bran e Rickon Stark, sarebbe completamente inutile. L'astio di Rowan gli fa venire voglia di ucciderla. Reek l'avrebbe fatto, avrebbe ucciso tutte quelle donne che intendono rapire la sposa di Ramsay per compiacere il suo padrone, ma gli Antichi Dèi lo hanno riconosciuto e chiamato per nome: Theon, non Reek.

Vengono a breve raggiunti dalle altre donne travestite da servette. Holly spiega che faranno uscire lady Arya travestita da servetta, mentre Scoiattolo rimarrà nella stanza: sei donne entrano e sei escono, così le guardie non si insospettiranno. Si recano quindi nelle cucine per prendere l'acqua per il bagno di lady Arya. Le guardie trovano strano che le servette, di solito smorfiose e pronte a stuzzicare tutti, siano silenziose e scostanti, ma Theon riesce a non farli insospettire e le donne recuperano l'acqua calda. Le due guardie all'esterno della torre fanno passare il gruppo senza domande.

Salendo per le scale, Theon ricorda di quando si allenava a duellare con Robb Stark sotto la guida di ser Rodrik Cassel, ma Rodrik e tutti gli altri abitanti di Grande Inverno sono morti, anche Robb, che è stato per lui come un fratello, di più anche dei suoi veri fratelli di sangue. Theon avrebbe dovuto trovarsi alle Nozze Rosse con lui per morire al suo fianco. A guardia della stanza di lady Arya ci sono Alyn l'Acido e Grugnito, due fedelissimi di Ramsay, ma anche due individui poco svegli e abituati a eseguire gli ordini. Essi li fanno passare.

Nella stanza buia, il letto è vuoto. Theon individua Jeyne in un angolo, tremante e coperta da pelli di lupo. Rowan si avvicina per dirle che la porteranno da suo fratello alla Barriera, ma lei non si fida ed è convinta che sia una trappola architettata da Ramsay per testare la sua fedeltà. Promette che non scapperà e che è disposta a fare di tutto pur di compiacerlo. Quando Theon capisce che la ragazza si è dimenticata di essere Arya Stark, cerca di rassicurarla e, in qualche modo, riesce a convincerla che non si tratta di una montatura. Jeyne si convince ed emerge dalle pelli di lupo, nuda, con i seni deturpati da segni di morsi. Le donne le mettono gli abiti di Scoiattolo, che si infila nel letto, mentre la ragazzina esce con gli altri dalla stanza.

In cortile, poco lontano dalla porta principale, Holly e Frenya rimangono con Theon e Jeyne, mentre le altre tre donne si accingono a recuperare Abel. A Theon sembra già tutto una follia e pensa che rimanere solo in tre con la fuggitiva comprometterà la riuscita del piano, ma è ormai troppo tardi per tornare indietro e fingere che nulla sia accaduto. Seguono il camminamento verso la Porta Fortificata, sorvegliata da due guardie, una delle quali riconosce Reek. Il ragazzo si presenta però come Theon Greyjoy e annuncia di aver portato delle donne per far loro compagnia. Entrambe si liberano in fretta dei due uomini ma, quando Frenya uccide il soldato, Jeyne lancia uno strillo acuto, attirando su di loro le attenzioni di tutte le guardie.

Mentre uno squillo di tromba dal muro interno segnala il pericolo, Frenya li esorta a proseguire senza di lei. Theon si carica sulle spalle Jeyne e cade su dei gradini coperti di ghiaccio. Arrivati sui merli, sentono delle urla giungere dal basso e Holly si accorge, con orrore, che la fune per calarsi dalle mura ce l'ha Frenya. Senza fare neppure in tempo a elaborare un piano, la ragazza viene colpita da un dardo di balestra alla pancia, scoccato da una guardia sul muro interno, e poi al petto. Holly, nel tentativo di aggrapparsi a un merlo, manca la presa e cade nel vuoto.

Alla loro sinistra qualcuno grida, da destra arrivano altri uomini e Theon è certo che il balestriere che ha ucciso Holly si sta preparando a colpire di nuovo. Il dardo effettivamente arriva, mancandoli di un soffio, mentre di Abel e delle altre lavandaie non c'è traccia: sono solo lui e Jeyne, mentre i corni di Stannis risuonano poco lontano. Se li prendono vivi, saranno riconsegnati a Ramsay, così Theon prende la ragazza per la cintola e salta nel vuoto.


Lista dei personaggi

Apparsi


Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti