La danza dei draghi-Capitolo 58

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Jon XII
La danza dei draghi
Copertina12.jpg
PDVJon
LuogoCastello Nero
Cronologia dei capitoli (Tutti)


Tyrion XI ← Jon  XII → Il Cavaliere Rifiutato (Barristan II)  


Sotto gli occhi vigili dei Guardiani della Notte, migliaia di bruti attraversano la Barriera. Il Lord Comandante Jon Snow non può fare a meno di chiedersi se abbia fatto la scelta giusta. Una lettera da Aspra Dimora aggiunge soltanto nuove preoccupazioni.


Indice


Sinossi

Svegliatosi da un incubo nel quale fronteggia, solo, un’orda di non-morti che hanno perlopiù il volto di cari defunti, Jon Snow si prepara ad affrontare una giornata particolarmente difficile: più di mille bruti stanno per varcare la Barriera, un evento mai verificatosi prima. Jon pensa che avrebbe dovuto essere un veterano dell’ordine a prendere una decisione di così grande peso, ma quel che è fatto è fatto e lui non ha di certo l’intenzione di sottrarsi alle sue responsabilità, alle conseguenze delle sue azioni. Dopo la colazione nella sala comune, il Lord Comandante verifica che tutto sia pronto ed ogni sentinella, ogni scudiero e ogni attendente raggiunge la propria postazione.

Come promesso, Tormund Veleno dei Giganti guida un primo e già cospicuo gruppo della sua gente alla Barriera: madri con bambini, vecchi e ragazzi, guerrieri e mogli di lancia che troveranno cibo e riparo al Castello Nero o negli altri fortilizi della confraternita. Coloro i quali sono in grado di combattere offriranno, come pattuito, aiuto nella lotta contro gli Estranei, il nemico comune. Per prima cosa, vengono fatti passare gli ostaggi, il “prezzo di sangue” imposto da Jon, tutti ragazzi tra gli otto e i sedici anni che diverranno paggi o scudieri. Il Lord Comandante si accorge che due dei futuri ostaggi sono ragazze ed esige di avere due maschi al loro posto. Tormund insiste che un ostaggio è pur sempre un ostaggio, ma Jon conosce la triste ballata dedicata a Danny Flint e non vuole correre il rischio che le ragazze subiscano abusi. Per questo motivo, tutte le donne, senza eccezione, sono destinate a Lungo Tumulo, la roccaforte difesa da Edd Tollett, Emmett il Ferrigno e numerose mogli di lancia.

A parte il rovesciamento di un carro e il ferimento di un bruto da parte di un compagno ormai impaziente di raggiungere l’altro lato della Barriera, la lenta marcia del Popolo Libero avviene senza problemi. Al termine della giornata, 3119 bruti sono passati nei Sette Regni. Jon può solo sperare che il suo piano di cooperazione funzioni e che l’ostilità e le perplessità di diversi confratelli nei confronti del suo operato non mettano a repentaglio la convivenza tra la confraternita e il popolo che viene da oltre la Barriera. Il Lord Comandante non ha un attimo di tregua: Clydas gli consegna un messaggio di Cotter Pyke vergato da Maestro Harmune nel quale s’informa della tragica situazione ad Aspra Dimora. La Uccello Nero è andata perduta insieme a tutto l’equipaggio, la Artiglio imbarca acqua e i bruti divorano i loro morti. Jon s’inquieta non poco nell’apprendere che vi sono “cose morte” sia in mare che sulla terraferma. Calano le tenebre della notte e un Lord Comandante non può concedersi il lusso del riposo: Jon sa bene che la sua giornata, la sua guerra quotidiana, comincia soltanto ora.


Lista dei personaggi

Apparsi


Menzionati


Luoghi e termini menzionati

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti