La danza dei draghi-Capitolo 65

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.


Cersei 
La danza dei draghi
Copertina12.jpg
PDVCersei
LuogoApprodo del Re
Cronologia dei capitoli (Tutti)


La Fanciulla dal Volto Spezzato (Arya II)  ← Cersei   → Tyrion  XII


Cersei Lannister percorre il cammino della vergogna, che dal Grande Tempio di Baelor in cui è rinchiusa la riporta alla Fortezza Rossa. Il regno della regina reggente sembra ormai giunto al declino ma, infine, l’operato dell’ex Maestro Qyburn riaccende nella donna la speranza di una rivincita sui suoi nemici Tyrell.


Indice


Sinossi

Cersei percorre il cammino della vergogna - by Marc Simonetti©

Per poter tornare accanto a suo figlio, re Tommen, alla regina Cersei non rimane che percorrere, nuda, un cammino di penitenza dalla Collina di Visenya fino alla Fortezza Rossa. La mattina del giorno prestabilito, Cersei riceve la visita delle tre septe che la sorvegliano e di alcune Sorelle del Silenzio. Le consacrate le tagliano i capelli, le radono il cranio e rimuovono ogni pelo presente sul suo corpo, anche quelli nei luoghi più intimi e nascosti. A questo punto, la regina è pronta per intraprendere il cammino del pentimento. Cersei raggiunge il piazzale di fronte al Grande Tempio di Baelor avvolta in una tunica da septa. Si trova nello stesso luogo in cui suo figlio Joffrey ha ordinato la decapitazione di Lord Eddard Stark. Quel giorno, l’attenzione del popolino era febbrilmente rivolta all’uomo del Nord, mentre oggi gli occhi famelici della folla sono tutti su di lei. Cersei si sfila la veste con un movimento fluido e il cammino ha inizio.

La donna è accompagnata dalle tre septe e scortata sia dai Figli del Guerriero che dai Poveri Compagni. Nessuno può toccarla e farle del male, ma Cersei non ha comunque modo di sottrarsi agli insulti e alle ingiurie che le vengono rivolti dal volgo di Approdo del Re. Tra sé e sé, la regina continua a ripetersi che le parole sono vento e che non possono ferirla. Lei è una leonessa di Castel Granito e non la vedranno mai piangere. Quel che la stanno costringendo a fare non spezzerà il suo orgoglio. Tuttavia, il cammino si fa per Cersei via via più difficile: un uomo le tira addosso uno spiedino di carne semicruda che le sporca una gamba di sangue e altri paesani lanciano del cibo in direzione del suo corteo. Poco più avanti, Cersei scivola su qualcosa che potrebbe essere feci del mattino, riportando diverse escoriazioni. Il viaggio sembra interminabile, ma ecco che il corteo giunge alla base dell’Alta Collina di Aegon, in cima alla quale si erge la Fortezza Rossa.

Nei volti che la scrutano tra la folla, a Cersei pare di riconoscere i volti delle persone della cui morte è stata del tutto o in parte responsabile o alle quali ha arrecato dolore (Melara Hetherspoon, Eddard e Sansa Stark). I suoi nervi eccitati le fanno perfino scambiare un fanciullo dai ricci biondi per il suo defunto Joffrey. Ad un tratto, la regina, convinta di scorgere Maggy la Rana, la maegi che le ha predetto la sua morte per mano del valonqar, perde tutto il suo controllo e tutta la sua forza. In preda al panico, comincia a correre. Dopo essere inciampata, prosegue la sua salita verso la Fortezza Rossa a quattro zampe, come un animale terrorizzato. Le risate di scherno del popolino la inseguono ma, nel frattempo, Cersei arriva finalmente di fronte ai cancelli della fortezza. Qui, Jocelyn Swyft la copre con una coperta verde, dopodiché la regina è sollevata da un cavaliere di enorme statura che la tiene tra le sue braccia per portarla nel castello. Qyburn presenta il misterioso cavaliere, il cui volto è celato dall’elmo, come Ser Robert Strong, il nuovo campione della regina. Ser Robert ha fatto il voto del silenzio, giurando che non aprirà bocca finché tutti i nemici della sovrana non saranno sconfitti. Cersei, oramai al sicuro, si lascia sfuggire una piccola esclamazione di trionfo.


Lista dei personaggi

Apparsi


Menzionati


Luoghi e termini menzionati


Citazioni

Io sono Cersei della Casa Lannister, un leone di Castel Granito, la regina di diritto dei Sette Regni, figlia legittima di Lord Tywin Lannister. E i capelli ricrescono.
Dai pensieri di Cersei Lannister


Le parole sono vento. Le parole non possono farmi del male.
Dai pensieri di Cersei Lannister


La regina continuò a camminare, vestita solo di pelle d'oca e orgoglio.



Note

  1. Erroneamente menzionata come “Melara Hetherstone”.
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti