Lys

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Lys
Città-stato, una delle Città Libere
Città libere.png
Lys e le Città Libere

Posizione

Continente Orientale, Città Libere

Popolazione

Più popolata di Astapor, potrebbe essere una tra le più popolose delle Città Libere

Religione

Varie religioni

Fondazione

Circa 1000 anni fa

Lys è una delle nove Città Libere, nel Continente Orientale. È una piccola città avvinghiata agli scogli e circondata da mari tempestosi. [1] Lys si trova a largo della costa meridionale del continente, a sudest di Tyrosh e ovest di Volantis. [2] Secondo fonti semi-ufficiali è distribuita su più isole. [3] Lys è conosciuta per il suo ordine di alchimisti, famosi per la produzione di veleni, tra cui lo Strangolatore. [4]


Indice

Popolazione

Gli abitanti di Lys si arricciano i capelli e li profumano [5] e gli occhi azzurri sono un tratto molto comune. [6] Secondo fonti semi-ufficiali, anche i capelli biondi sono una caratteristica piuttosto comune tra i nativi di Lys. [7]. Molti lyseniani hanno i capelli biondo pallidi e la pelle liscia e chiara, dato che a Lys scorre ancora forte il sangue dell'antica Valyria. [8]


Storia

Dopo il Disastro, una flotta di Volantis conquista Lys e un esercito occupa Myr: per due generazioni le città sono controllate dai governatori all'interno della Muraglia Nera. L'egemonia di Volantis finisce quando cerca di impossessarsi anche di Tyrosh: Pentos interviene e si schiera dalla parte degli attaccati, insieme al Re della Tempesta del Continente Occidentale. Da Roccia del Drago, Aegon Targaryen, a cavallo di Balerion, vola a supporto di Tyrosh e, a quel punto, anche Lys e Myr si ribellano. La guerra che ne consegue devasta le Terre Contese e libera Lys e Myr dal giogo di Volantis. [9]

Dopo la liberazione, Lys, Myr e Tyrosh si alleano in una triarchia chiamata Tre Figlie. Dopo la Guerra di Conquista, l'alleanza e i neonati Sette Regni hanno dei piccoli conflitti armati: l'esercito dei Sette Regni è guidato dal principe Daemon Targaryen e lord Corlys Velaryon. Qualche anno dopo, quando nel Continente Occidentale iniziano a mostrarsi le prime avvisaglie di un conflitto di successione, conosciuto poi come Danza dei Draghi, la triarchia decide di rispondere alla richiesta di aiuto di ser Otto Hightower, Primo Cavaliere di re Aegon II, e si schiera dalla parte del giovane sovrano. Mette a disposizione una flotta di novanta navi guidata da un lyseniano, Sharako Lohar, per rispondere a quella dei Velaryon, sostenitori della regina Rhaenyra Targaryen. La flotta della triarchia viene distrutta durante la Battaglia del Condotto, ma riesce comunque a saccheggiare Driftmark, seggio della Casa Velaryon.

L'alleanza tra Lys, Myr e Tyrosh inizia a sfaldarsi l'anno successivo. [10]

Successivamente, per molti anni, Lys combatte contro Myr, Tyrosh e Volantis per il controllo delle Terre Contese. [11] [12] Ci sono degli scontri sporadici anche con Braavos, che però si svolgono soprattutto lungo le rive della Rhoyne. [13]

Religione

Secondo fonti semi-ufficiali, uno dei templi di R'hllor più grandi si trova a Lys. La città ha una dea dell'amore autoctona. [14] L'unica seguace nota di questo culto finora è Ellaria Sand, concubina di Oberyn Martell.


Commercio e valuta

Le monete lyseniane sono ovali e su una faccia è rappresentata una donna nuda. [8]

I beni più famosi di Lys sono vini bianchi, [1], vini rossi [15], splendidi arazzi e un veleno letale, le Lacrime di Lys. La città è famosa anche per gli schiavi di piacere.


Eventi recenti

Lo scontro dei re

Ser Davos Seaworth ricorda di essere andato a Lys per convincere Salladhor Saan a sostenere Stannis Baratheon. [16]


Tempesta di spade

Tra Lys e Tyrosh sta per scoppiare un conflitto. [17]


Il banchetto dei corvi

Lys e Tyrosh stanno ora per entrare in guerra contro Myr. [18] Più avanti si dice che l'Arconte di Tyrosh ha offerto degli accordi a Lys per mettere fine alla guerra commerciale. [19]


Personalità legate a Lys

Personaggi originari di Lys


Personaggi che hanno vissuto o visitato Lys

Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti