Madre (Sette Dei)

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
La Madre - by mustamirri ©
La Madre, è uno dei sette aspetti di una singola divinità. I fedeli del Culto dei Sette Dei, credono nell'esistenza di un solo dio con sette aspetti, e il tempio è una singola costruzione, con sette mura.[1]


Indice

Descrizione

La Madre rappresenta la maternità e l'allevamento dei figli. Viene pregata per donare fertilità o compassione, e viene dipinta come una madre sorridente, incarnazione del concetto di pietà.

Un passaggio nella Stella a Sette Punte afferma che la Fanciulla portò a Hugor della Collina una ragazza aggraziata e dagli occhi azzurri. La leggenda vuole che Hugor dichiarò che avrebbe fatto di lei la sua sposa e la Madre la rese fertile.[2]

I matrimoni vengono celebrati tra gli altari del Padre e della Madre.


La Canzone della Madre.

L'inno alla Madre:[3]

Dolce Madre, fonte di pietà,

risparmia i nostri figli dalla guerra, noi ti preghiamo,

ferma le spade e ferma le frecce,

lascia che abbiano giorni migliori.


Dolce Madre, forza delle donne,

aiuta le nostre figlie in questa tribolazione,

calma il furore e lenisci la furia,

insegna a tutte noi una via più gentile.


Eventi Recenti

Lo scontro dei re

Catelyn Stark prega nel tempio di un villaggio senza nome. Il tempio è modesto e non ha statue dei Sette, solo grezze rappresentazioni in carbone. L'occhio sinistro della Madre è solcato da una crepa, il che dà l'impressione che stia piangendo[1]. Catelyn si inginocchia di fronte alla Madre e prega:

Mia signora, rivolgi il tuo sguardo materno alla battaglia che si sta preparando. Sono tutti figli tuoi, qui. Risparmiali, se puoi. E risparmia anche i miei figli. Veglia su Robb, Bran, e Rickon. Vorrei soltanto poter essere con loro.
[1]



Catelyn si rivolge ancora alla Madre quando tra le ombre sembra vedere gli occhi di Cersei Lannister e le chiede:

Anche Cersei t'innalza preghiere?
[1]


Dopo essere entrata nel tempio del Fortino di Maegor, alla vigilia della Battaglia delle Acque Nere, Sansa Stark vede l'altare della Madre circondato di candele. Sansa visita ognuno dei Sette a turno e accende una candela a ogni altare. Prega la Madre per Sandor Clegane, chiedendole di salvarlo e di affievolire la sua rabbia in quanto quell'uomo, sebbene non un vero cavaliere, l'aveva salvata.[4]

Sansa canta la canzone della Madre due volte, una volta all'interno del Tempio nel Fortino di Maegor,[4] e a Sandor Clegane quando questi la raggiunge nella sua camera.[3]


Il banchetto dei corvi

Dopo essere stati catturati dai Bravi Camerati, Jaime Lannister e Brienne di Tarth vengono portati da Vargo Hoat che sta saccheggiando un piccolo tempio con alcuni suoi uomini. I mercenari hanno trascinato fuori dal tempio le statue di legno intagliato delle divinità e Jaime vede Zollo seduto sul petto della Madre, intento a cavare gli occhi di calcedonio della statua con un pugnale.[5]


Il banchetto dei corvi

Lancel Lannister dice a Cersei che secondo l'Alto Septon la Madre lo ha risparmiato per affidargli qualche santo compito, e che quindi deve espiare i suoi peccati. Cersei si chiede cosa intenda.[6]


Fonti e Note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti