Marillion

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Marillion
Marillion TheMico.jpg
Marillion by TheMico

Nato

nel 279 CA o 280 CA

Morto

nel 300 CA a Nido dell'Aquila

Affiliazione

Casa Arryn

Libri

Il gioco del trono - compare
Lo scontro dei re - menzionato
Tempesta di spade - compare
Il banchetto dei corvi - compare

Serie tv

Stagione 1

Interpretato da

Emun Elliot

Marillion è un cantastorie: è un ragazzo di bell'aspetto, suona l'arpa[1] e ha una voce da tenore.[2]


Indice

Aspetto e carattere

Marillion è un bel ragazzo, dall'aspetto fanciullesco e snello, con la pelle liscia, i capelli color sabbia e un sorriso affascinante.[3] Conscio del suo aspetto e delle sue abilità, è piuttosto vanesio.


Storia

Marillion è ad Approdo del Re per il Torneo per il 12° compleanno del principe Joffrey Baratheon. Guadagna molto argento esibendosi durante i giorni del torneo, ma perDE tutto puntando su ser Jaime Lannister contro ser Loras Tyrell, in una giostra poi vinta da quest'ultimo.[1]


Eventi recenti

Il gioco del trono

Marillion (Emun Elliot) nella serie tv

Marillion incontra lady Catelyn Tully e ser Rodrik Cassel alla Locanda dell'Incrocio.[1] Dopo l'arresto di Tyrion Lannister da parte della donna, il cantastorie segue il gruppo, diretto a Nido dell'Aquila, nella speranza di comporre una canzone sull'avventura. Durante il viaggio vengono attaccati dai Clan delle Montagne della Luna e, nonostante Marillion riesca a sopravvivere, nello scontro si rompe qualche costola, quattro dita delle mani con cui suona l'arpa e la stessa arpa di legno. Riesce comunque a prendere una pelliccia di pantera-ombra da uno degli uomini sconfitti.[2] Assiste al processo contro Tyrion: l'imputato gli suggerisce di comporre una canzone sul fatto che non gli sia permesso di scegliere un campione per il Processo per singolar tenzone.[4]


Tempesta di spade

Marillion rimane a Nido dell'Aquila e diventa il preferito di lady Lysa Tully.[3] Convince alcune fanciulle ad andare a letto con lui e riesce a far cacciare due ragazze e un paggio per aver "raccontato menzogne" sul suo conto.[5] Dorme anche con Myranda Royce e lei stessa ammette, più avanti, che ne aveva molta voglia.[6]

Il cantastorie è presente al matrimonio tra Lysa e Petyr Baelish. Dopo la cerimonia della messa a letto si ubriaca e cerca di violentare Sansa Stark, a Nido dell'Aquila sotto le mentite spoglie di Alayne Stone, ma Lothor Brune, incaricato da Petyr di sorvegliare la ragazza, ferma Marillion e lo ferisce.[7]

Dopo che Lysa vede il marito baciare Sansa, ordina a Marillion di condurre a sé la nipote: Lysa la incolpa di aver sedotto Petyr e minaccia di buttarla giù dalle Porte della Luna, mentre il cantastorie canta e suona l'arpa per evitare che qualcun'altro senta le urla furibonde della donna. Proprio mentre Sansa sta per cadere, Petyr arriva, la salva e rassicura la moglie, dopo di che la spinge giù dalle Porte della Luna e fa chiamare una guardia, dicendo che Marillion ha ucciso Lysa.[3]


Il banchetto dei corvi

A seguito dell'arresto, Marillion viene torturato fino a quando non confessa l'omicidio di Lysa Tully: per aver collaborato, gli viene risparmiata la pena di morte, ma viene privato degli occhi e di qualche dito.[5]

Petyr Baelish gli fa ripetere la confessione anche in presenza di lord Nestor Royce e poi ordina che il cantastorie venga rinchiuso nelle celle del cielo.[5] Durante la sua prigionia, Marillion suona Foglie Cadute[5] e, più avanti, Sansa assicura al cugino Robert Arryn che il cantastorie è morto, basandosi sulle informazioni ricevute da Petyr, anche se il bambino ribatte che riesce ancora a sentirlo cantare di notte.[8]

Nei Sette Regni si diffonde la notizia che il cantastorie di Nido dell'Aquila abbia ucciso lady Lysa.[9]


Differenze con la trasposizione televisiva

Nella serie televisiva Il trono di spade , Marillion assiste alla cattura di Tyrion Lannister da parte di Catelyn Tully[10] e li accompagna nella Valle di Arryn.[11]

Negli ultimi episodi della prima stagione lo si vede poi alla corte di re Joffrey Baratheon, mentre canta al giovane sovrano la canzone denigratoria che ha composto per il defunto Robert Baratheon, dove insinua che i Lannister siano coinvolti nella morte del re. Per questo oltraggio, Joffrey gli chiede se vuole perdere la lingua o le dita, ma Marillion non sa decidere e implora pietà, così il re ordina a Ilyn Payne di mozzargli la lingua.[12] Nei libri, questa scena ha come protagonista un cantastorie di taverna il cui nome non viene rivelato.[13]


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti