Nozze Viola

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.

Le Nozze Viola è la denominazione attribuita dai fan al matrimonio tra Re Joffrey Baratheon e Margaery Tyrell nel 300 AA. Il matrimonio è un evento sfarzoso, ma si conclude nello scompiglio generale quando Joffrey muore dopo aver bevuto del vino avvelenato. A differenza di quanto accade per le Nozze Rosse, nei libri non è presente alcuna denominazione particolare per questo matrimonio.

Raffigurazione de Le Nozze Viola di Conor Campbell©

Indice


Contesto

Dopo che la Casa Tyrell si allea con la corona, Re Joffrey Baratheon mette da parte Sansa Stark e prende Margaery Tyrell come promessa sposa. Sua nonna, Olenna Tyrell, interroga Sansa riguardo a Joffrey per scoprire se le dicerie sulla cattiverie del giovane re sono vere. Al posto di Joffrey, Sansa sposa lo zio del re, Tyrion Lannister.

Celebrazione del matrimonio

Il matrimonio di Joffrey e Margeary ha luogo a mezzogiorno del primo giorno del nuovo secolo, nel 300 AA, nel Grande Tempio di Baelor, di fronte alle statue del Padre e della Madre. L’Alto Septon celebra la cerimonia.

Banchetto nuziale

Il banchetto nuziale ha luogo nella sala del trono nella Fortezza Rossa. Per la cena è programmato che vengano servite 77 portate. Hamish l’Arpista è il primo ad esibirsi con una canzone mai udita nei Sette Regni: “La Cavalcata di Lord Renly” e poi cantando “Una Rosa D’oro, “Le piogge di Castamere”, “Vergine, Madre e Anziana” e “La Lady Mia Sposa”. Dopo Hamish, è la volta di orsi addestrati e degli acrobati di Pentos. Collio Quaynis canta “La Danza dei Draghi”, che parla del Disastro di Valyria, Bessa della Sbarra e un’altra versione de “Le piogge di Castamere”. Si esibiscono anche i giullari Ragazzo di luna, Blocco di Burro e Dontos Hollard. Gli ospiti vengono inoltre intrattenuti con maestri piromanti, pifferai, cani ammaestrati, mangiatori di spade e un giocoliere. Galyeon canta una canzone sulla Battaglia delle Acque Nere composta da 77 versi. Durante il banchetto si esibiscono anche delle danzatrici delle Isole dell’Estate. Tyrion siede accanto a Sansa a parecchi posti di distanza dagli altri invitati della Casa Lannister. Ubriaco, Joffrey tenta in continuazione di provocare lo zio. Una coppia di nani entra nella sala in groppa a un cane e a una scrofa e comincia a deridere gli Stark e gli zii di Joffrey, Stannis e Renly. Il re invita lo zio ad unirsi a loro. Tyrion rifiuta e mette in imbarazzo il giovane re che reagisce svuotandogli in testa l’enorme calice d’oro e gli ordina di fargli da coppiere. Alaric di Eysen dovrebbe esibirsi, ma viene portata la grande torta nuziale servita da 6 cuochi. Ilyn Payne taglia la torta e permette alle colombe che vi sono chiuse dentro di volare via. Ad un certo punto durante il banchetto, il vino di Joffrey viene avvelenato. Dopo aver bevuto vino a grandi sorsi dal calice nuziale e aver mangiato parecchie fette di torta, Joffrey comincia a tossire, ogni colpo di tosse più forte di quello precedente. Al banchetto si diffonde il panico e gli ospiti che cercano di uscire dalla sala. I cavalieri Garlan Tyrell, Meryn Trant e Osmund Kettleback corrono in aiuto di Joffrey mentre la corte si disperde, alcuni scappano e altri rimangono a guardare. Nei suoi ultimi istanti di vita Joffrey indica Tyrion, il quale svuota il resto del calice sul pavimento. Dopo la conferma della morte di Joffrey, sua madre Cersei Lannister ordina la cattura di Tyrion e Sansa. [1] [2]

Ripercussioni

L’omicidio di Joffrey si rivela essere un complotto organizzato dai Tyrell e Petyr Baelish, ma ne vengono falsamente accusati Tyron e Sansa. Il veleno usato è lo Strangolatore, portato al banchetto di nascosto nella retina per capelli di Sansa a sua insaputa. Con l’eccezione di sua madre Cersei, la morte di Joffrey non viene particolarmente pianta da nessuno; perfino suo padre biologico, Jaime Lannister che ha la sensazione che Joffrey si sia meritato un tale destino. Tyrion afferma che Joffrey sarebbe diventato un re peggiore del Re Folle. Arys Oakheart afferma che l’unica cosa buona che si possa dire di Joffrey è che era alto e forte per la sua età.

Terminologia

Le nozze di Joffrey e Margaery sono state soprannominate le Nozze Viola dai fan per vari motivi. Il veleno usato per uccidere Joffrey viene introdotto al banchetto nascondendolo nella retina di ametista viola di Sansa Stark, mentre il vino che beve il re viene descritto prima come rosso scuro e poco dopo, come viola. Il viso di Joffrey diventa rosso e poi sempre più scuro mentre soffoca a causa del veleno. [1] Il viola è anche il colore che viene spesso associato alla famiglia reale.

Citazioni

La ragazzina del Nord, la figlia di Grande Inverno. Abbiamo sentito dire che ha ucciso il re con una magia nera, dopo di che si è tramutata in un lupo con ali
 di cuoio simili a quelle di un pipistrello ed è volata via da una finestra della torre. Ma si è lasciata dietro il nano, e adesso Cersei vuole la sua testa. [3]
Polliver


I matrimoni sono diventati più pericolosi delle battaglie, a quanto pare. [4]
Stannis Baratheon


Fonti e Note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti