Prima Battaglia di Tumbleton

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Prima Battaglia di Tumbleton
Conflitto Danza dei Draghi
Data 130 CA
Luogo Tumbleton, Altopiano
Esito vittoria dei verdi
Combattenti
I verdi I neri
Comandanti
Lord Ormund Hightower
Ser Ulf il Bianco (disertore dei neri)
Ser Hugh Martello (disertore dei neri)
Lord Roderick Dustin +
Forze
parecchio al di sopra delle 9000 unità
Ali d’Argento
Vermithor
quasi 9000 unità
Vittime
Lord Ormund Hightower +
Ser Bryndon Hightower +
Lord Roderick Dustin +

La Prima Battaglia di Tumbleton è uno scontro armato combattuto durante la Danza dei Draghi fra l’esercito dei verdi e quello dei neri presso Tumbleton, nell’Altopiano. Il combattimento diviene altresì noto come i Tradimenti di Tumbleton, poiché i Due Traditori, inizialmente alleati con i neri, cambiano schieramento incendiando la città con il fuoco dei loro draghi. Lo scontro è seguito dalla Seconda Battaglia di Tumbleton.[1]


Indice


Preludio

Lord Ormund Hightower guida l’armata dei verdi dell’Altopiano in direzione di Approdo del Re, al momento nelle mani della regina Rhaenyra Targaryen e del suo partito, i neri. Ulf il Bianco e Hugh Martello il Duro sono inviati con i loro draghi Ali d’Argento e Vermithor a Tumbleton, un fiorente centro mercantile e l’ultimo avamposto leale a Rhaneyra che si frappone tra la capitale e le truppe Hightower in marcia. L’armata dei neri a difesa di Tumbleton arriva quasi a raggiungere le 9000 unità, fra le quali vi sono truppe di Ponte Amaro, di Lunga Tavola e delle Terre dei Fiumi, così come i Lupi dell’Inverno. Tuttavia, l’esercito comandato da Lord Hightower è ben più imponente e, prima che la battaglia abbia inizio, molti dei suoi soldati s’infiltrano nella città travestiti da rifugiati.


La battaglia

In principio allo scontro, le truppe di Lord Hightower sono assaltate da 6000 neri, ma gli arcieri di quest’ultimo mietono numerose vittime e la sua cavalleria pesante comporta la ritirata degli avversari tra le mura di Tumbleton. Lord Roderick Dustin guida dunque i Lupi dell’Inverno attraverso una delle porte posteriori della città per sferrare un attacco al fianco sinistro dell’armata nemica. Sebbene le forze dei verdi siano dieci volte superiori, gli uomini del Nord riescono a farsi strada verso il comandante nemico. Prima di morire per le ferite infertegli, Roderick uccide Lord Ormund ed il di lui cugino, Ser Bryndon Hightower.

In seguito all’omicidio degli Hightower, i difensori di Tumbleton considerano la battaglia vinta, ma Ulf e Hugh, da qui in poi noti come i Due Traditori, abbandonano i neri a favore degli avversari incenerendo la città con il fuoco dei draghi che cavalcano. Ovunque, si vedono edifici in fiamme e migliaia d'individui ardono vivi o annegano gettandosi nel Mander.[1] Gli uomini di Lord Footly si arrendono, ma vengono comune decapitati dai verdi. Bambine di otto, dieci anni di età sono stuprate dai vincitori.


Conseguenze

Si racconta che, appreso della Battaglia di Tumbleton, la regina vedova Alicent Hightower scoppi in una risata, dicendo:


Avete seminato vento, ora raccogliete tempesta.


Molti abitanti della capitale cercano di fuggire, temendo che il trattamento riservato a Tumbleton tocchi presto anche a loro, ma la regina Rhaenyra Targaryen ordina alle sue Cappe Dorate di chiudere tutte le porte della città.
Ser Hobert Hightower assume il comando dei verdi, ancora accampati a Tumbleton, più tardi teatro di una seconda battaglia.[1]


Citazioni

I Due Traditori annientarono l’intera città da un capo all’altro. Il saccheggio che seguì fu il più orripilante dell’intera storia del Continente Occidentale.[1]
Dagli scritti dell’Arcimaestro Gyldayn



Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti