Pyat Pree

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Pyat Pree
Carlo Bocchio pyat preeII.jpg
Pyat Pree by FFG

Titolo

stregone

Affiliazione

Eterni

Cultura

Qarth

Libri

Lo scontro dei re - compare
Tempesta di spade - menzionato
Il banchetto dei corvi - menzionato
La danza dei draghi - menzionato

Serie tv

Stagione 2

Interpretato da

Ian Hanmore

Pyat Pree è uno stregone della città di Qarth.


Indice

Aspetto

Pyat è pallido e ha le labbra blu.[1]


Eventi recenti

Lo scontro dei re

Pyat Pree (Ian Hanmore) nella serie tv

Lo stregone Pyat Pree è uno dei tre rappresentanti di Qarth che accompagnano Jhogo a Vaes Tolorro quando il cavaliere fa ritorno dalla missione affidatagli da Daenerys Targaryen.[1] Scorta Daenerys a Qarth, dove cerca di convincerla a seguirlo e visitare la Casa degli Eteni.[2] Disperata per non aver ricevuto altro che rifiuti, Daenerys decide infine di recarsi nella casa degli stregoni, accompagnata da Jorah Mormont, i suoi cavalieri di sangue e Xaro Xhoan Daxos, ma Pyat Pree le parla delle regole che deve seguire il visitatore all'interno dell'edificio. Dopo essere uscita dalla casa, quando Drogon ha bruciato gli Eterni per evitare che le facessero del male, Daenerys trova Pyat Pree intento a saltellare da un piede all'altro blaterando in una lingua sconosciuta: quando l'uomo estrae un coltello e si avvicina a lei, Jhogo e Rakharo lo fermano e lo disarmano.[3]


Il banchetto dei corvi

Si dice che Euron Greyjoy abbia catturato quattro stregoni che hanno lasciato Qarth via nave. Euron ne ha ucciso uno dopo che l'ha minacciato e ha dato il suo corpo da mangiare agli altri tre: è stato proprio da loro che Euron ha sentito parlare di Daenerys Targaryen e dei suoi draghi. Secondo tali voci, gli stregoni gli stanno inoltre insegnando degli incantesimi di magia nera.[4]


La danza dei draghi

Mentre si trova in visita a Meereen, Xaro Xhoan Daxos informa Daenerys Targaryen che non tutti i suoi nemici sono a Yunkai e la avverte di fare attenzione agli "uomini con il cuore freddo e le labbra blu". Le racconta inoltre che meno di due settimane dopo la sua partenza da Qarth, Pyat Pree e tre altri stregoni hanno lasciato la città via nave diretti a Pentos, per cercarla e vendicarsi della distruzione della Casa degli Eterni (questa informazione fa capire ai lettori che gli stregoni catturati da Euron Greyjoy, quattro stregoni provenienti da Qarth, possono effettivamente essere Pyat Pree e i suoi tre compagni).

In privato, ser Barristan Selmy confida alla regina di essere preoccupato di Pyat Pree. Quando Daenerys cerca di ricordarsi il volto dello stregone, tutto ciò che riesce a ricordare sono le labbra blu, diventate di quel colore per il consumo continuo di ombra della sera.

Daenerys dice quindi a ser Barristan che se l'incantesimo di uno stregone avrebbe potuto ucciderla, sarebbe già morta e racconta di aver distrutto il loro tempio anche se, pensando tra sé e sé, ricorda che è stato Drogon a bruciare gli Eterni che, altrimenti, l'avrebbero uccisa. Ser Barristan non la contesta ulteriormente, ma promette che starà attento.[5]



Differenze con la serie tv

Nella serie televisiva Il Trono di Spade Pyat Pree, interpretato da Ian Hanmore, è un membro dei Tredici, anche se non è un mercante. Cerca di convincere Daenerys Targaryen a visitare la Casa degli Eterni e si allea in segreto con Xaro Xhoan Daxos, che vuole diventare re di Qarth. Durante una riunione speciale indetta su volere di Daenerys, decisa a ritrovare i suoi draghi che qualcuno ha rapito, Pyat Pree usa la sua magia per uccidere gli altri membri dei Tredici e dice poi a Daenerys di aver rapito lui i tre draghi, che si trovano nella Casa degli Eterni. Dopo essere entrata nel tempio e aver trovato i draghi, Daenerys s'imabtte nuovamente in Pyat Pree, che cerca di imprigionarla per tenerla accanto a sé e prendersi cura dei draghi, la cui sola esistenza rende più forte i suoi poteri magici. Daenerys, però, ordina ai draghi di sputare fuoco e Pyat Pree muore arso vivo.


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti