Quentyn Martell

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
462px-House Martell.PNG
Quentyn Martell
462px-House Martell.PNG
Quentyn Martell by henning.jpg
Quentyn by Henning Ludvigsen, Fantasy Flight Games ©

Alias

Ranocchio
Principe Ranocchio
Il Domatore di draghi

Titolo

Principe di Dorne

Affiliazione

Casa Martell
Compagnia del Vento

Cultura

Dorne

Nato

nel 281 CA o 282 CA a Dorne

Morto

nel 300 CA a Meereen

Libri

Tempesta di spade - Menzionato
Il banchetto dei corvi – Menzionato
La danza dei draghi – PdV

Il Principe Quentyn Martell è il secondogenito, nonché figlio maggiore, del Principe Doran Martell.


Indice


Aspetto

Quentyn è basso, tarchiato, e ha un volto dai lineamenti ordinari. E’ molto serio e non sorride facilmente[1]. Ser Barristan osserva che Quentyn sembra "un bravo ragazzo, sobrio, sensibile, rispettoso... ma non certo il tipo che fa battere il cuore a una fanciulla’’[2].


Storia

Quentyn viene affidato a Lord Anders Yronwood in giovane età, e lo serve in qualità di paggio e scudiero. Viene nominato cavaliere dallo stesso Lord Yronwood, dopo aver rifiutato l’offerta del Principe Oberyn Martell.[3].


Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Contrariamente alle voci secondo cui Quentyn si trova insieme alle forze di Lord Yronwood sulla Strada delle Ossa, questi ha in realtà attraversato in segreto il Mare Stretto[3]. Arianne Martell, sua sorella, ne è al corrente e si convince, erroneamente, che Quentyn stia reclutando mercenari per poterla spodestare come erede di Dorne, con l’approvazione del padre[3].


La danza dei draghi

Quentyn ha attraversato il Mare Stretto accompagnato da Cletus Yronwood, Ser Gerris Drinkwater, Ser Willam Wells, Ser Archibald Yronwood e Maestro Kedry, con lo scopo di accompagnare Daenerys Targaryen a Dorne. Cletus e Willam vengono uccisi mentre combattono per difendere la loro nave, l’Allodola, che è abbordata dai corsari lungo la rotta per Volantis; anche Maestro Kendry muore[1].

Quando Quentyn e i suoi compagni raggiungono Volantis, Gerris finge di essere un mercante di vini in cerca di una nave che possa portare lui e i suoi due ‘’servitori’’ a Meereen. Nessuno dei capitani a cui si rivolgono accetta di intraprendere il viaggio, quindi finiscono per prendere in considerazione di viaggiare persino sulla nave di un contrabbandiere, l’Avventura[1]. Per via della chiusura delle fosse da combattimento e del bando del commercio degli schiavi, non vi sono navi mercantili dirette a Meereen[4][1]. Quentyn e i suoi due compagni decidono quindi di unirsi alla Compagnia del Vento, una compagnia mercenaria al soldo di Yunkai, per poter raggiungere la Regina.

Gli altri membri della Compagnia del Vento danno a Quentyn il soprannome ‘’ Ranocchio’’. Quentyn e i suoi compagni combattono nelle fila della Compagnia del Vento nel vittorioso assedio di Astapor. Vengono quindi convocati dal comandante della compagnia, il Principe Straccione, proprio quando stanno pianificando un modo per disertare. All’inizio temono di essere stati scoperti, ma presto capiscono che il capitano mercenario ha dei piani per loro: devono unirsi a un gruppo di membri della compagnia originari del Continente Occidentale, e fingere di abbandonare la Compagnia del Vento per passare dalla parte di Daenerys. In questo modo, il Principe Straccione vuole assicurarsi di essere comunque dalla parte del vincitore in caso le sorti del conflitto si ribaltassero[5]. Raggiunta Meereen, i tre vengono portati da Daario Naharis al cospetto di Daenerys, insieme agli altri finti disertori della Compagnia del Vento, presentandosi nella sua sala delle udienze come nuove reclute dei Corvi della Tempesta[6]. Dopo essere stati presentati, Quentyn e i suoi due compagni rivelano la propria identità di cavalieri del Continente Occidentale, e Quentyn consegna a Daenerys una pergamena: tale scritto contiene un patto siglato più di quindici anni prima, firmato da Willem Darry e Oberyn Martell, con la testimonianza del Signore del Mare di Braavos. Il patto prevedeva un matrimonio fra Viserys Targaryen e la Principessa Arianne Martell, in cambio del sostegno di Dorne alla riconquista del Trono di Spade da parte di Viserys.

Con la morte di Viserys, Quentyn propone di sposare Daenerys per sugellare l’alleanza con Dorne. Daario Naharis deride Quentyn, affermando che lui è un ragazzino, mentre a Daenerys serve un uomo. Queste parole fanno infuriare gli amici di Quentyn, e questi cerca di convincere Daenerys che è ancora in tempo per disdire il suo matrimonio con Hizdahr zo Loraq e tornare nel Continente Occidentale.

Le fiamme di Rhaegal avvolgono Quentyn - by Marc Fishman ©

La Regina però, non accetta la sua proposta di matrimonio e lo invita a tornare a casa[7]. Più tardi, Ser Barristan Selmy pensa che se Gerris fosse stato il principe, le cose sarebbero potute andare diversamente, essendo lui molto più attraente di Quentyn. Dopo la scomparsa di Daenerys in groppa a Drogon[8], Ser Barristan consiglia ai tre dorniani di tornare nel Continente Occidentale e lasciar perdere il patto, ma Quentyn rifiuta il consiglio dell’anziano cavaliere, affermando di non voler tornare a Dorne a mani vuote[2].

I suoi compagni vorrebbero fortemente ritornare a Dorne, ma Quentyn si rifiuta di partire, non volendo tornare in patria con un fallimento. Realizza quindi un piano, nella speranza che, grazie al sangue di drago che scorre in parte nelle sue vene (tramite la prima Daenerys Targaryen, moglie di Maron Martell), sarà in grado di domare almeno uno dei draghi di Daenerys. Si rivolge al Principe Straccione, ottenendo l’aiuto della Compagnia del Vento per catturare Rhaegal e Viserion, in cambio del dominio della città di Pentos[9]. Quando Quentyn entra nella fossa dei draghi e cerca di domare Viserion, volta le spalle a Rhaegal e, realizzando troppo tardi di aver commesso un errore, si volta, venendo investito dalle fiamme di Rhaegal. I mercenari della Compagnia del Vento scappano, ed entrambi i draghi riescono a liberarsi e fuggire[10]. Quentyn muore nel letto di Daenerys Targaryen quattro giorni dopo, per le bruciature subite su tutto il corpo. Dopo aver visto la gravità delle ferite del principe, Ser Barristan pensa che sarebbe stato meglio se Rhaegal l’avesse semplicemente mangiato vivo[11].


Relazioni

Doran Martell

Il padre di Quentyn, Doran Martell, è molto consapevole dei propri doveri come principe di Dorne[12], e anche se sembra amare i propri figli, ritiene che anch’essi debbano svolgere il proprio ruolo nell’ottemperare a questi doveri. Quentyn è stato affidato dagli Yronwood per sanare i rapporti fra la loro casata e i Martell[13]. Mentre viene allevato dagli Yronwood, Quentyn riceve lettere da parte del padre, che gli ricorda dei suoi doveri[1], e gli dice di farsi trovare pronto per diventare il nuovo principe di Dorne. Infatti a quel tempo Doran stava organizzando in segreto il matrimonio fra Arianne, la sorella maggiore di Quentyn, e Viserys Targaryen[7]. In seguito Quentyn, per ordine del padre, viaggia ad est per sposare Daenerys Targaryen[7], e quando il viaggio si rivela difficile ricorda a sè stesso la fiducia riposta in lui da parte del padre, sentendo di non poterlo deludere: è questa motivazione a spingerlo a continuare la sua missione nonostante i pericoli[1].


Citazioni su Quentyn

Tuo fratello Quentyn ha una strada più difficile da percorrere.
Doran Martell ad Arianne


Lei vuole il fuoco, e Dorne le ha mandato del fango. Con il fango puoi fare un impacco per calmare la febbre. Nel fango puoi piantare dei semi e far crescere un raccolto per sfamare i tuoi figli. Il fango ti può nutrire, mentre il fuoco ti ridurrà in cenere, ma i folli, i bambini e le fanciulle scelgono sempre il fuoco. [2]
Pensieri di Barristan Selmy sul motivo per cui Daenerys ha rifiutato la proposta di matrimonio di Quentyn.



Citazioni di Quentyn

Voglio tornare a Yronwood e baciare le tue sorelle. Voglio sposare Gwyneth Yronwood, vedere la sua bellezza sbocciare, avere un bambino con lei. Voglio partecipare ai tornei, andare a caccia con il falcone, andare a trovare mia madre a Norvos, leggere alcuni dei libri che mi manda mio padre. Voglio che Cletus, Will e il Maestro Kedry siano ancora vivi. [10]
Le speranze e i sogni di Quentyn



Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Principessa di Dorne
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Lewyn
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Doran
 
Mellario di Norvos
 
Mors
 
Elia
 
Rhaegar Targaryen
 
Olyvar
 
Varie donne
 
Oberyn "la Vipera Rossa"
 
Ellaria Sand
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
ArianneQuentynTrystane
 
Rhaenys TargaryenAegon Targaryen
 
Obara SandNymeria SandTyene SandSarella Sand
 
Elia SandObella SandDorea SandLoreza Sand
 



Riferimenti e fonti

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 La danza dei draghi, Capitolo 6, L'Uomo del Mercante (Quentyn I).
  2. 2,0 2,1 2,2 La danza dei draghi, Capitolo 59, Il Cavaliere Rifiutato (Barristan II).
  3. 3,0 3,1 3,2 Il banchetto dei corvi, Capitolo 13, Il Cavaliere Disonorato.
  4. Tempesta di spade, Capitolo 71, Daenerys.
  5. La danza dei draghi, Capitolo 25, La Compagnia del Vento (Quentyn II).
  6. La danza dei draghi, Capitolo 36, Daenerys.
  7. 7,0 7,1 7,2 La danza dei draghi, Capitolo 43, Daenerys.
  8. La danza dei draghi, Capitolo 52, Daenerys.
  9. La danza dei draghi, Capitolo 60, Il Pretendente Respinto (Quentyn III).
  10. 10,0 10,1 La danza dei draghi, Capitolo 68, Il Domatore di Draghi (Quentyn IV).
  11. La danza dei draghi, Capitolo 70, Il Primo Cavaliere della Regina (Barristan IV).
  12. La danza dei draghi, Capitolo 38, L'Osservatore (Areo I)).
  13. Il banchetto dei corvi, Capitolo 21, Il Creatore di Regine.


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti