Ralf Kenning

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Diversi articoli hanno lo stesso nome dell'articolo che stai leggendo! Visita la pagina di disambiguazione per visualizzarli. Disambig.png
Kenning.png
Ralf Kenning
Kenning.png
250px-Ralf-Kenning.png
Ralf Kenning (Grahame Fox)

Titoli

Castellano di Moat Cailin
Comandante

Affiliazione

Casa Kenning di Harlaw

Cultura

Isole di Ferro

Morto

nel 300 CA a Moat Cailin

Libri

Il banchetto dei corvi – Menzionato
La Danza dei Draghi – Appare

Serie TV

Stagione 4

Interpretato da

Grahame Fox


Ralf Kenning è un predone delle Isole di Ferro e membro della Casa Kenning di Harlaw. Nella serie TV è interpretato da Grahame Fox.


Indice

Eventi recenti

Il banchetto dei corvi

Ralf è uno dei capitani a servizio di Victarion Greyjoy a Moat Cailin. Sprona il comandante ad avanzare una pretesa sul Trono del Mare e quando Victarion ricorda che Balon gli ha ordinato di tenere Moat Cailin per evitare il ritorno dell’esercito del Nord, Ralf ribatte che gli uomini del Nord sono già stati battuti e che non avrebbe senso tenere la fortezza e perdere le Isole di Ferro. [1]

Dopo che Aeron Greyjoy invoca un’Acclamazione di Re, Victarion parte alla volta di Vecchia Wyk e lascia a Ralf il comando di Moat Cailin, ordinandogli di difenderla fino a quando non sarebbe tornato come re con mille uomini al seguito. [1] [2] Ralf è tra i sostenitori di Victarion all’Acclamazione, pur non essendo presente fisicamente. [3]


La Danza dei Draghi

Il numero sempre più esiguo di soldati guidati da Ralf stanno ancora difendendo Moat Cailin, ignari del fatto che Victarion Greyjoy è stato sconfitto all’Acclamazione di Re e che il nuovo re, Euron Greyjoy, non ha alcuna intenzione di correre in loro soccorso. Mentre si trova su uno dei parapetti, Ralf viene colpito da una freccia avvelenata scoccata da un crannogman. Nonostante sia solo un graffio, la ferita si infetta e la cura a base di vino bollente non ha effetto. I suoi uomini decidono quindi di lasciarlo a letto senza prendersene cura. [2] [4]

Quando Ramsay Bolton manda Theon Greyjoy a offrire i termini della resa agli Uomini di Ferro, Theon chiede di poter parlare con il comandante della fortezza: gli viene detto che Ralf è ancora al comando, ma che in quel momento è a letto morente, se non già morto. Theon chiede comunque di essere portato da lui. Arrivato nella stanza, trova Ralf a letto nudo, coperto di piaghe purulente e croste, una guancia gonfia in maniera grottesca, il collo congestionato di sangue e un braccio infestato da larve bianche. La barba è incrostata di vomito secco e nessuno lo lava né lo rade da giorni. Theon capisce che ormai non c’è più nulla da fare e uccide Ralf con la sua stessa spada sgozzandolo. [2]

Mentre guida gli uomini di ferro sopravvissuti all’accampamento di Ramsay dopo aver abbandonato il castello, Theon nota quanto in quel momento sono esposti alle frecce dei “diavoli della palude”. Spera l’eventuale arciere che ha deciso di colpire lui abbia una buona mira, così da evitare una morte orribile come quella capitata a Ralf. Ciò nonostante, ripensando alle torture che lui stesso ha subito per mano di Ramsay, e che potrebbe ancora subire, Theon inizia a chiedersi se quello che è capitato a Ralf sia meglio di quello capitato a lui. [2]


Citazioni di Ralf

I lupi ormai sono sgominati, lord. Che senso ha prendere questa palude e perdere le isole?
Ralf a Victarion Greyjoy [1]



Fonti e Note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti