Ralf lo Zoppo

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Diversi articoli hanno lo stesso nome dell'articolo che stai leggendo! Visita la pagina di disambiguazione per visualizzarli. Disambig.png
Ralf

Alias

Ralf lo Zoppo

Titoli

Capitano della Lord Quellon

Affiliazione

Casa Greyjoy

Cultura

Uomini di ferro

Libri

Il banchetto dei corvi - Appare
La danza dei draghi - Appare

Ralf lo Zoppo è un predone delle Isole di Ferro e capitano della Lord Quellon, una delle navi della Flotta di Ferro.

Indice



Eventi Recenti

Il banchetto dei corvi

Ralf è uno dei capitani che conquistano Moat Cailin sotto la guida di Victarion Greyjoy ed è anche uno dei primi che spinge il lord comandante a tornare a Pyke per reclamare il Trono del Mare come successore di Balon Greyjoy. [1]

Durante l’Acclamazione di Re, Ralf si presenta come uno dei campioni di Victarion insieme a Nute e Ralf Stonehouse. È tra gli avversari più accaniti di Asha Greyjoy, tanto da interromperla più volte durante il suo discorso e insultare la sua proposta di pace. [2]

Ralf si complimenta con Victarion per la vittoria nella Battaglia delle Isole Scudo durante il banchetto al castello di lord Humfrey Hewett, occupato dagli Uomini di ferro. Mentre mangiano lui e Hotho Harlaw aggiornano il lord comandate raccontando gli avvenimenti accaduti sulle altre isole durante la battaglia. Ralf, insieme a molti altri capitani, si oppone con forza alla decisione di re Euron Greyjoy di salpare alla volta della Baia degli Schiavisti. [3]


La Danza dei Draghi

Prima di partire alla volta della Baia degli Schiavisti, Victarion divide la Flotta di Ferro in tre squadroni e affida a Ralf il gruppo delle navi più pesanti e lente diretto a Lys per vendere come schiavi i prigionieri catturati sulle Isole Scudo, donne, bambini e uomini che hanno preferito arrendersi piuttosto che morire. I soldi guadagnati grazie alla vendita di schiavi sono poi usati da Ralf per riempire le navi di acqua e viveri e affrontare il lungo percorso verso est.

Solo quattordici navi dello squadrone di Ralf riescono a raggiungere l’Isola dei Cedri, dove è ancorata la Flotta di Ferro. Ralf spiega a Victarion che tre grandi tempeste, venti sfavorevoli e venti rossi che puzzano di cenere e zolfo provenienti da Valyria hanno reso il viaggio quasi impossibile e causato numerose perdite, sia di navi che di uomini. Ralf ipotizza che il viaggio sia maledetto sin dall’inizio: Victarion allora lo schiaffeggia due volte (una per le navi perse e una per aver parlato di maledizioni) e lo minaccia di inchiodargli la lingua all’albero maestro se osasse ripetere un discorso simile.

Ralf riparte poi alla volta di Meereen con il resto della Flotta.[4]


Citazioni di Ralf

Occhio di Corvo è stato lontano troppo a lungo. Non ci conosce.
Ralf cerca di convincere Victarion Greyjoy a partecipare all’Acclamazione di Re. [1]


Non vogliamo la pace del vile!
Ralf lo Zoppo critica Asha Greyjoy durante l’Acclamazione di Re.[2]


Questo viaggio è stato maledetto fin dal principio. Occhio di Corvo ti teme, mio lord, altrimenti perché mandarci così lontano? Non intende farci tornare.
Ralf lo Zoppo esprime le sue paure a Victarion Greyjoy. [4]


Fonti e Note

  1. 1,0 1,1 Il banchetto dei corvi, Capitolo 18, Il Comandante di Ferro.
  2. 2,0 2,1 Il banchetto dei corvi, Capitolo 19, The Drowned Man.
  3. Il banchetto dei corvi, Capitolo 29, Il Predone.
  4. 4,0 4,1 La danza dei draghi, Capitolo 56, Il Pretendente di Ferro (Victarion I).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti