Ramsay Bolton

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
(Reindirizzamento da Ramsay Snow)
Bolton.png
Ramsay Bolton
Bolton.png
Ramsay Bolton.jpg
Ramsay Bolton di Amoka©

Alias

Il Bastardo di Bolton

Il Bastardo di Forte Terrore

Reek

L’uomo dall’elmo rosso

Mostro

Titolo

Castellano di Forte Terrore

Lord di Hornwood

Lord di Grande Inverno

Affiliazione

Casa Bolton

Cultura

Nord

Libri

Lo scontro dei re – Appare

Tempesta di spade – Menzionato

Il banchetto dei corvi- Menzionato

La danza dei draghi – Appare

Serie TV

Stagione3 Stagione 4

Interpretato da

Iwan Rheon

Ramsay Snow è il figlio bastardo di Lord Roose Bolton. È conosciuto come il Bastardo di Bolton e il Bastardo di Forte Terrore. Ramsay si considera un vero Bolton nonostante il suo stato di nascita ufficiale,[1] ed è molto suscettibile riguardo al suo status di figlio illegittimo. Si considera erede legittimo di Forte Terrore e corregge in modo violento coloro che osano rifersi a lui in un altro modo.[2][3] Ramsay ha un gruppo di soldati che godono dei suoi favori e lo seguono fedelmente, sebbene la loro alleanza sia in realtà nei confronti di Lord Roose. La gente li chiama i “Ragazzi del Bastardo” quando questi ultimi o Ramsay non sono presenti, ed essi sono perversi tanto quanto Ramsay. Il destriero personale di Ramsay si chiama Sangue.[3]

Indice

Aspetto e Carattere

Ramsay è un uomo brutto, anche quando vestito in maniera elegante. Ha l’ossatura grossa, le spalle cadenti e una carnosità che suggerisce una futura pinguedine. La pelle di Ramsay è rosacea e foruncolosa, ha il naso largo, i capelli lunghi, scuri e secchi.[4][5] Nonostante abbia la bocca piccola, le sue labbra sono grosse e carnose, simili a due vermi che si accoppiano, e che si combinano in un umido sorriso. Il suo tratto distintivo sono gli occhi, uguali a quelli di Roose, piccoli, ravvicinati, e stranamente pallidi, come due schegge di ghiaccio sporco.[5] Ramsay a volte porta al suo orecchio destro un granato rosso tagliato nella forma di una goccia di sangue. Ramsay è sadico, è crudele, violento e fuori controllo, trae piacere nel torturare gli altri. È piuttosto affascinato dalla antica usanza dei Bolton di scuoiare vivi i loro nemici. Ramsay è un abile manipolatore e possiede un’astuzia fredda e meschina. Dimostra una particolare bravura nel prendere decisioni velocemente, sebbene sia meno scaltro quando si tratta di ponderare conseguenze a lungo termine e intricate trame politiche. Gode apertamente nell’abusare gli altri, ad esempio fa strappare i vestiti di dosso alle donne e le fa fuggire nelle foreste dei Bolton, prima di inseguirle con un branco di cani feroci. Concede una morte rapida alle donne che lo hanno fatto divertire nella caccia. Scuoia poi i loro cadaveri ma non prima di averle stuprate. A Ramsay piace chiamare le sue cagne con i nomi delle donne che lo hanno fatto divertire di più, in un perverso modo di “onorarle”. Le donne che non lo fanno divertire vengono stuprate e scuoiate vive. Ramsay porta con sè le pelli delle sue vittime a Forte Terrore come grotteschi trofei. I corpi delle donne vengono dati in pasto ai cani. Roose Bolton rimprovera il figlio per i suoi “divertimenti” e incoraggia Ramsay a fare proprio il suo credo “una terra pacifica, un popolo tranquillo”,[3] se spera di governare un giorno o l’altro. Roose afferma che Ramsay è impavido, il che è un male, poiché in un mondo di inganni, è la paura a tenere un uomo in vita.[3] Sebbene Ramsay sia una furia in battaglia, non è mai stato addestrato ufficialmente nell’uso delle armi. Il suo tutore nel combattimento era stato Reek, il suo servitore, che a sua volta non aveva mai avuto un maestro d’armi. Lo stile di Ramsay nel maneggiare la spada è feroce e molto aggressivo, ma brandisce la sua arma come un macellaio taglia la carne.

Storia

Ramsay è il frutto dello stupro di Roose Bolton ai danni della moglie di un mugnaio. Mentre caccia lungo le sponde dell’Acqua Piangente, Roose vede la moglie del mugnaio e decide di praticare illecitamente l’antica usanza, ormai bandita, della Prima notte, secondo la quale un lord aveva il diritto di giacere con la sposa di un uomo comune durante la loro prima notte di nozze. Roose fa impiccare il mugnaio per non aver informato il suo lord del suo recente matrimonio e stupra la sua vedova vicino al cadavere del defunto marito. Un anno dopo, la donna arriva al Forte Terrore con il neonato Ramsay. Roose è tentato dall’uccidere la donna e il bambino, ma, quando vede che il neonato ha i suoi stessi occhi, viene frenato dal tabù dell’assassinio tra consanguinei. La donna afferma che suo cognato le ha rubato il mulino e l’ha cacciata. Infastidito da ciò, Roose fa tagliare la lingua al cognato della donna, così che non possa raccontare storie al signore a cui Roose aveva giurato fedeltà, Rickard Stark. Roose dà il mulino alla donna, insieme a un maiale, qualche pollo e un sacchetto di stelle ogni anno a condizione che lei non riveli mai a Ramsay la verità su chi sia suo padre. Una dozzina di anni dopo, la madre di Ramsay torna affermando di aver bisogno di aiuto per crescere il figlio, che diventa sempre più dissoluto e turbolento. Roose manda a Ramsay un servitore conosciuto come Reek. Nonostante Reek si lavi frequentemente, emana sempre un cattivo odore a causa di una “malattia sconosciuta che aveva sin dalla nascita” che gli fa puzzare costantemente la pelle. In realtà, mandare Reek a Ramsay, non è altro che uno scherzo crudele. Tuttavia, i due diventano inseparabili. Roose si chiede se sia stato Reek a corrompere Ramsay o Ramsay a corrompere Reek, sebbene fosse Reek a seguire fedelmente gli ordini di Ramsay. Ramsay in un’occasione dice che Reek sapeva che era meglio non contraddirlo. Nonostante le istruzioni di Roose alla madre di non rivelare mai chi sia il padre di Ramsay, quest'ultimo viene informato riguardo le sue vere origini (non siamo a conoscenza tuttavia di chi sia stato a rivelare la verità, se la madre o Reek).. Roose Bolton crede che siano stati la madre di suo figlio bastardo e Reek a fomentare le idee di Ramsay circa i suoi "diritti" Mentre molti bastardi si accontentano del loro status, Ramsay ha ambizioni più alte. Il figlio legittimo di Roose Bolton, Domeric tenta di allacciare i rapporti con il fratellastro Ramsay, ma quest’ultimo si libera ben presto di lui con del veleno, privando Roose del suo erede e macchiandosi del crimine di omicidio tra consanguinei. Nel fare ciò, Ramsay si crea dei nemici tra i Dustin, in quanto Lady Barbrey Dustin era molto affezionata a suo nipote Domeric. Due anni prima della Guerra dei Cinque Re, Roose Bolton porta Ramsay a Forte Terrore e lo rende suo erede, poiché non ha altri figli.[1] È senza dubbio in questa occasione che Ramsay impara a leggere e a scrivere.[6] Ramsay si circonda di uomini di Forte Terrore chiamati i Ragazzi del Bastardo, ovvero Alyn l’Acido, Luton e Skinner. Tuttavia, essi hanno l’ordine di spiare Ramsay per conto di Lord Roose.[3]

Eventi Recenti

Lo scontro dei re

Mentre suo padre, Lord Roose Bolton, è in guerra a fianco del re del Nord Robb Stark, Ramsay Snow inizia a raccogliere le truppe a Forte Terrore[1]. Quando viene a sapere che le vicine terre degli Hornwood hanno perso sia il loro Lord che l’erede, Ramsay si porta all’attacco, prendendo la fortezza degli Hornwood e forzando la vedova Lady Donella Hornwood a sposarlo[7]. La stupra e la forza a firmare un documento che lo proclama Lord di Hornwood, poi la rinchiude in una torre e la fa morire di fame. Sembra che Lady Hornwood in punto di morte sia giunta a mangiarsi le dita in preda ai morsi della fame.[4]

Ramsay viene temuto in tutto il nord e si guadagna velocemente una cattiva fama subito dopo l’inizio della Guerra dei Cinque Re. Stupra, uccide e pratica altre depravazioni nelle terre nei pressi di Forte Terrore. Ser Rodrik Cassel tenta di porre fine alle sue atrocità dopo essere stato informato delle sue violenze su Lady Hornwood, ma Ramsay riesce con astuzia ad evitare la morte. È infatti il suo complice e servitore necrofilo Reek a soccombere al suo posto.
Ramsay Bolton interpretato da Iwan Rheon

Il drappello di Rodrik si imbatte in Ramsay dopo che questi aveva stuprato e poi ucciso una ragazza del popolo e il suo compagno Reek stuprato il cadavere della giovane. Ramsay riesce a scamparla scambiando i suoi vestiti con quelli di Reek, che viene ucciso al suo posto. Rodrik vorrebbe giustiziare anche Ramsay (sotto le spoglie di Reek), ma ha bisogno di lui in quanto testimone di molti crimini di Ramsay. Ramsay riesce a scampare la morte grazie alla sua astuzia e alla sua inclinazione a sacrificare gli altri per i suoi scopi. Ramsay viene preso prigioniero e portato a Grande Inverno sotto le spoglie di Reek. Dopo la presa di Grande Inverno da parte di Theon Greyjoy, Ramsay giura di prestare servizio a Theon in cambio della libertà.[8] Presto diventa uno degli attendenti più fidati di Theon, aiutandolo nella sua caccia per riportare Bran e Rickon a Grande Inverno, apparentemente fuggiti dal castello. Non riuscendo a trovare i ragazzi, Ramsay si inventa il vile stratagemma: uccide due bambini del popolo della stessa età dei piccoli Stark, e, per evitarne il riconoscimento, ne scuoia i corpi. Theon presenta i loro cadaveri scuoiati come quelli di Bran e Rickon e ne monta le teste decapitate su dei pali che fa piantare lungo le mura del castello. Con l’approvazione di Theon, Ramsay uccide Gelmar, Aggar e Gynir, uomini di ferro che conoscevano la verità riguardo ai corpi. Theon usa il mastro dei canili di Grande Inverno come capro espiatorio e lo fa giustiziare per gli omicidi. Theon contempla di uccidere anche Reek, ma abbandona l’idea in quanto teme che il servitore abbia scritto e nascosto un resoconto della verità. Presto, la fortuna volta le spalle a Theon, quando Dagmer Mascella spaccata viene sconfitto a Piazza di Thorren e gli uomini del nord, furiosi per la doppiezza di Theon e per il presunto omicidio dei piccoli Stark, marciano su Grande Inverno con lo scopo di riprendersela. Restio ad abbandonare il castello, ma allo stesso tempo illudendosi di poter vincere, Theon e alcuni uomini di ferro rimasti fedeli si preparano all’ultimo assalto. Ramsay si offre per andare a Forte Terrore con una forte somma di denaro e convincere degli uomini a tornare a Grande Inverno con lui e difendere il castello. Theon, consapevole della carenza di uomini, accetta con riluttanza.[6] Dopo essersi consultato col padre, Ramsay e i suoi rinforzi marciano verso Grande Inverno mentre Ser Rodrik Cassel e la sua armata avanzano per incontrarli. Ramsay abbandona i panni da servitore per un’armatura completa di elmo rosso e incontra Ser Rodrik. Quando il castellano gli porge la mano in segno di amicizia, Ramsay gliela trancia di netto e guida le sue forze all’attacco attraverso i ranghi degli increduli uomini del nord. Ramsay quindi attraversa le porte di Grande Inverno e presenta a Theon, che osserva dall’alto, i cadaveri di Rodrik, Leobald Tallhart e Cley Cerwyn come segno della sua lealtà. Theon fa aprire le porte e incontra Ramsay, che si toglie l’elmo rosso e rivela la sua vera identità. Dice a Theon che vorrebbe una donna, Kyra, la ragazza che Theon si porta a letto, e lo stende con un manrovescio quando lui cerca di opporsi. Ramsay ordina il cruento sacco di Grande Inverno, durante il quale vengono uccisi a sangue freddo molti dei suoi abitanti, massacrati gli uomini di ferro rimasti e Theon viene fatto prigioniero.

Tempesta di spade

Ramsay tiene prigioniero Theon a Forte Terrore. Girano voci sul fatto che lo stia scuoiando vivo. Infatti, invia in dono a Robb Stark un pezzetto della sua pelle, a simbolo della compiuta vendetta per l'"omicidio" di Bran e Rickon. Dopo le Nozze Rosse, Casa Bolton viene premiata per i servizi prestati ai Lannister. Roose viene nominato Protettore del Nord, mentre a Ramsay viene offerta in sposa una ragazza che viene fatta passare per Arya Stark. Si tratta in realtà di Jeyne Poole. Ciò permette a Ramsay di rivendicare il titolo di Lord di Grande Inverno. Un decreto di legittimazione da parte di Re Tommen Baratheon, permette a Ramsay di diventare ufficialmente un Bolton, anziché un bastardo di cognome Snow.[9]

Il banchetto dei corvi

Gira voce che Ramsay stia raccogliendo un esercito per marciare a sud per attaccare il Moat Cailin, occupato dagli uomini di ferro.

La danza dei draghi

Ramsay costringe Theon Greyjoy a interpretare il ruolo di Reek, il suo servitore ucciso. Gli impedisce quindi lavarsi e lo fa coprire di escrementi. Ramsay scortica la pelle di alcune dita dei piedi e delle mani di Theon, lasciandolo agonizzare per giorni prima di amputarle definitivamente. Gli spezza alcuni denti, dicendo di aver sempre odiato il suo sorriso. È lasciato intendere che abbia anche castrato Theon. Ramsay rende Piccolo Walder e Grande Walder i suoi scudieri.[5]

Prima di marciare su Moat Cailin, Ramsay fa tenere un banchetto a Forte Terrore, dove Theon viene portato dinanzi a Ramsay, mentre cena con Arnolf Karstark e Hother Umber. Ramsay sottopone Theon a dei giochetti psicologici, prima dirgli che avrà un ruolo da svolgere al suo imminente matrimonio. [5]
Ramsay Bolton di Tribemun©

Ramsay conquista il Moat Cailin mandando Theon come inviato. Ramsay promette cibo e un passaggio sicuro agli uomini delle isole di Ferro, malati e affamati.[10] Quando essi si arrendono, Ramsay li fa scuoiare vivi tutti, tranne Theon, e mette in mostra i loro corpi scuoiati e impalati lungo la strada nei pressi del Moat Cailin. Roose è irritato dal comportamento di Ramsay, e gli dice che deve essere più discreto nelle sue pratiche, poiché le sue infamie sono note a tutto il nord. I Bolton chiamano a raccolta gli alfieri del nord per riunirsi a Barrowtown a giurare fedeltà al Trono di Spade e partecipare al matrimonio tra Arya Stark (Jeyne Poole) e Ramsay Bolton.[11] Ramsay e i Ragazzi del Bastardo partono da Barrowtown alla ricerca di tre Frey scomparsi, Rhaegar, Symond e Jared. Durante la ricerca, Ramsay uccide un uomo del popolo, che si era rivolto gentilmente a lui chiamandolo Lord Snow anziché Lord Bolton. Dopo essere venuto a conoscenza che Stannis Baratheon ha conquistato Deepwood Motte, Roose decide di spostare il matrimonio da Barrowtown a Grande Inverno per rafforzare la rivendicazione del titolo di Lord di Grande Inverno di Ramsay e provocare Stannis per farlo scendere in battaglia. [3] A Grande Inverno, Ramsay sposa Arya Stark, e soltanto lui, suo padre e Theon sanno che la ragazza in realtà è Jeyne Poole. Ramsay abusa ripetutamente di lei mentre Theon è costretto ad assistere.[12] Jeyne e Theon vengono liberati da Mance Rayder, inviato da Jon Snow non appena questi era venuto a conoscenza del matrimonio tra quella che lui crede essere sua sorella (Jeyne Poole) e Ramsay.[13][14] Theon e Jeyne riescono a fuggire, ma Jon riceve un messaggio, presumibilmente da parte di Ramsay, in cui egli afferma che ha sconfitto l’esercito del nord, ha catturato Mance Rayder, ha ucciso Stannis in battaglia e ora possiede la spada di Stannis. Afferma anche che vuole indietro la sua sposa, insieme alla regina Selyse Florent, la principessa Shireen Baratheon, Melisandre, Val, il principe dei bruti (che in realtà è il figlio di Gilly e il suo Reek, e che attaccherà Jon se non gli darà quello che vuole.[15] Al momento non si sa se la lettera sia stata scritta effettivamente da Ramsay e se ciò che c’è scritto corrisponde alla verità.

The Winds of Winter

Theon Greyjoy dice a re Stannis Baratheon che Ramsay sta vendendo a prendere e portare via la sua sposa fuggita e il suo Reek. [16]

Citazioni di Roose su Ramsay

Tutto quello che hai te l’ho dato io, faresti bene a ricordartelo, bastardo.[3]


Devi usare maggiore discrezione.[3]


Il potere ha un sapore migliore quando è addolcito dalla cortesia, farai meglio a ricordartelo, Ramsay, se un giorno speri di governare.[3]


Citazioni su Ramsay

Ramsay Snow era un essere mostruoso, un turpe assassino, ed è morto da codardo. O almeno così mi è stato detto.
Robb Stark[17]


Il ragazzo è un individuo che più sinistro non si può, e ha un servitore crudele quasi quanto lui. Reek, lo chiamano. Si dice che non si lavi mai. Vanno a caccia insieme, il Bastardo e questo Reek... e non a caccia di cervi. Mi sono giunte all’orecchio certe storie che stento a credere vere, perfino trattandosi di un Bolton. E adesso che il lord mio marito e il mio dolce figlio hanno entrambi raggiunto gli dei, il Bastardo guarda alle mie terre con cupidigia.
Lady Donella Hornwood[1]


Non sarà mai il mio lord! Ha costretto lady Hornwood a maritarlo, poi l’ha chiusa nelle segrete e l’ha costretta a mangiarsi le dita.
Wylla Manderly.[18]


I Bolton sono sempre stati tanto crudeli quanto astuti, ma costui sembra una belva in pelle umana
Robett Glover.[19]


Roose Bolton è freddo e astuto, aye, ma con lui si può trattare. Tutti noi abbiamo conosciuto di peggio. Ma quel bastardo di suo figlio... Dicono che sia pazzo e crudele, un mostro.
[[Un cavaliere di Casa Manderly]].[18]


La malvagità gli scorre nel sangue, è un bastardo nato da uno stupro: uno Snow, checché ne dica il re bambino.
Robett Glover.[19]


La neve è mai stata così nera? Ramsay si è impadronito delle terre di lord Hornwood sposando a forza la sua vedova, poi l'ha rinchiusa in una torre e si è dimenticato di lei. Si dice che la poveretta sia arrivata al punto di mangiarsi le dita... e il concetto che i Lannister hanno della giustizia del re è di ricompensare il suo assassino dandogli in moglie la figlia minore di Ned Stark.
Wyman Manderly.[19]


Si sarebbe dovuto accontentare di macinare il grano. Pensa davvero di poter, un giorno, governare il Nord?
Roose Bolton[19]


Reek: Combatte per te, è forte.

Roose: I tori sono forti, gli orsi sono forti. Ho visto il mio bastardo combattere. Non è interamente da biasimare. Reek è stato il suo tutore, il primo Reek, e Reek non era mai stato addestrato nell'uso delle armi. Ramsay è feroce, te lo concedo, ma muove la spada come un macellaio taglia la carne.

Roose Bolton[19]


Reek: Non ha paura di nessuno, milord.

Roose: Invece dovrebbe. In questo mondo di tradimenti e inganni, la paura è ciò che tiene in vita un uomo. Perfino qui, a Barrowton, i corvi volano in cerchio, aspettando di banchettare con la nostra carne. Sui Cerwyn e sui Tallhart non si può fare affidamento, lord Wyman complotta il tradimento, quanto al Flagello delle puttane... gli Umber possono sembrare dei sempliciotti, ma non sono privi di una certa primitiva astuzia. Ramsay dovrebbe temere tutti loro, come faccio io. La prossima volta che lo vedi, diglielo.

Roose Bolton[19]


Ha sangue cattivo, dovrebbe essere salassato. Le sanguisughe succhiano via il sangue cattivo, assieme a tutta la rabbia e alla sofferenza. Nessuno riesce a pensare quando è così pieno di rabbia. Ramsay, però... temo che il suo sangue infetto avvelenerebbe perfino le sanguisughe.
Roose Bolton[19]


Non chiamatelo mai così! Ramsay Bolton, non Ramsay Snow, mai, dovete ricordare il suo nome, o vi farà del male
Theon Greyjoy a Stannis Baratheon[20]


Dimmi, voltagabbana, quali battaglie ha vinto il Bastardo di Bolton, perché io debba temerlo?
Stannis Baratheon[20]


Famiglia

 
 
 
{Bethany
Ryswell}
 
Roose
Bolton
 
Walda Frey
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
{Domeric
Bolton}
 
Ramsay
Snow
 
"Arya Stark"
 
 


Note e Riferimenti

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti