Rhaegar Frey

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
House Frey.png
Rhaegar Frey
House Frey.png
Rhaegar Frey by The Mico©.jpg
Rhaegar Frey by TheMico

Affiliazione

Casa Frey

Cultura

Terre dei Fiumi

Nato

nel o tra il 269 CA o 273 CA

Morto

nel 300 CA (presumibilmente)

Coniuge

Jeyne Beesbury

Libri

Lo scontro dei re - menzionato
Tempesta di spade - menzionato
Il banchetto dei corvi - menzionato
La danza dei draghi - compare

Rhaegar Frey è un membro della Casa Frey, secondogenito di ser Aenys Frey e Tyana Wylde, che muore nel darlo alla luce. Rhaegar è sposato con Jeyne Beesbury, con la quale ha tre figli: Robert, Walda e Jonos.[1]


Indice

Aspetto e carattere

Rhaegar ha le spalle rotonde e la pancia, una barba setosa e il sorriso beffardo.[2] E' stato chiamato così in onore del principe Rhaegar Targaryen, ma secondo lord Wyman Manderly non è altro che un verme con il nome di un drago.[3]


Eventi recenti

La danza dei draghi

Rhaegar, insieme a Jared e Symond Frey, raggiunge Porto Bianco per restituire a lord Wyman Manderly le ossa del figlio Wendel, ucciso durante le Nozze Rosse. Nonostante Wendel sia stato ucciso proprio dai Frey, Jared racconta all'uomo che il figlio è morto nel tentativo di difendere lord Walder Frey dall'attacco di Robb Stark, trasformatosi in un lupo rabbioso. I Frey vogliono inoltre assicurarsi la fedeltà dei Manderly al Trono di Spade e la restituzione dei resti del figlio è una concessione della corona per favorire l'alleanza, rafforzata inoltre da alcuni patti matrimoniali: Rhaegar viene infatti promesso a Wynafryd, nipote di lord Wyman, mentre Piccolo Walder Frey è promesso all'altra nipote, Wylla. I Frey arrivano persino a offrire una sposa allo stesso lord Manderly.

Quando Davos Seaworth arriva a Porto Bianco per convincere lord Wyman a schierarsi dalla parte di Stannis Baratheon, i tre Frey sono già presenti alla corte del Tritone. Davos è sconvolto dal racconto di Jared e gli dà del bugiardo e Rhaegar, in risposta, offende sia lui che la memoria di Robb Stark, definendolo un "Cane spregevole che doveva essere abbattuto".[2] Il battibecco fa infuriare lord Wyman, che finge di dar ragione a Rhaegar in quanto l'unico suo figlio sopravvissuto, Wylis, è ancora ostaggio della corona e ordina di imprigionare Davos.[2]

Lord Wyman finge di uccidere Davos facendo giustiziare un criminale che gli somiglia e immergendo la sua testa nel catrame, per poi esporla sui bastioni del suo castello con una cipolla in bocca, per far credere a tutti che sia davvero il Cavaliere delle Cipolle di Stannis. I Frey cascano nel tranello e scrivono alla capitale che lord Wyman ha accettato la sovranità della corona e ripudiato per sempre quella degli Stark, convincendo la regina Cersei Lannister a liberare Wylis e rimandarlo a Porto Bianco.[4]

Secondo lord Wyman, a Rhaegar, Jared e Symond vengono dati dei palafreni come “doni d'ospitalità” quando questi lasciano Porto Bianco. [5] Lord Wyman sostiene che si sarebbero dovuti ritrovare a Grande Inverno per il matrimonio di “Arya Stark” e Ramsay Bolton. I tre partiti da Porto Bianco prima di lui però non sono più stati visti: Aenys Frey e Hosteen Frey, presenti a Grande Inverno, pensano che lord Wyman stia nascondendo qualcosa.[6]

Al banchetto, lord Wyman offre tre enormi torte e chiede ad Abel di cantare il brano del Cuoco dei Ratti, implicando così che i Frey scomparsi fossero effettivamente presenti al banchetto.[7]


Citazioni su Rhaegar

Quel verme con il nome di un drago.
Lord Wyman Manderly a Davos Seaworth[3]



Famiglia

 
Walder
 
Perra Royce
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aenys
 
Tyana Wylde
 
 
 
 
 
Perriane
 
Leslyn Haigh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon "il Sanguinario"
 
Rhaegar
 
Jeyne Beesbury
 
Harys Haigh
 
Donnel Haigh
 
Alyn Haigh
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Robert
 
Walda "la Bianca"
 
Jonos
 
Walder Haigh


Fonti e note

  1. Lo scontro dei re, Appendice.
  2. 2,0 2,1 2,2 La danza dei draghi, Capitolo 19, Davos.
  3. 3,0 3,1 La danza dei draghi, Capitolo 29, Davos.
  4. Il banchetto dei corvi, Capitolo 24, Cersei.
  5. I doni d'ospitalità vengono di solito elargiti quando l'ospite parte, perdendo così la protezione del diritto d'ospitalità
  6. La danza dei draghi, Capitolo 32, Reek.
  7. La danza dei draghi, Capitolo 37, Il Principe di Grande Inverno (Reek IV).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti