Rhaenyra Targaryen

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
561px-House Targaryen crest.PNG
Rhaenyra Targaryen
Rhaenyra crest final.png
Rhaenyra.jpg
Rhaenyra Targaryen © Amoka

Alias

Delizia del reame
La puttana di Roccia del Drago
Re Maegor con le tette
Le tette di Maegor
La regina di metà anno

Titoli

Principessa di Roccia del Drago
Regina degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini (rivendicato)
Signora dei Sette Regni (rivendicato)

Affiliazione

Casa Targaryen
I Neri

Cultura

Valyria

Nata

nel 97 CA

Morta

nel 130 CA a Roccia del Drago

Coniuge

Laenor Velaryon
Daemon Targaryen

Libri

Il cavaliere errante – Menzionata
Tempesta di Spade – Menzionata
Il banchetto dei corvi – Menzionata
La danza dei draghi – Menzionata
The Rogue Prince - Menzionata
La principessa e la regina - Menzionata
Il mondo del ghiaccio e del fuoco - Menzionata

Rhaenyra Targaryen, acclamata come Delizia del reame da giovane, ri-soprannominata poi la Regina di metà anno, è la primogenita di re Viserys I Targaryen e Aemma Arryn. La sua rivendicazione del trono viene messa in discussione dal fratellastro più giovane, Aegon II Targaryen, disputa che fa scoppiare la guerra civile conosciuta con il nome di Danza dei Draghi. È la madre di due sovrani successivi, Aegon III e Viserys II. [1]

Lo stemma personale di Rhaenyra rappresenta il drago a tre teste dei Targaryen inquartato con la luna e il falcone degli Arryn di sua madre e il cavalluccio marino d'argento dei Velaryon del primo marito e dei suoi più accesi sostenitori in generale. Durante la Danza dei Draghi, la sua fazione ha usato lo stemma personale della regina come bandiera in battaglia.[2]

La giovane Rhaenyra by Fantasy Flight Publications

Indice

Aspetto e carattere

Rhaenyra eredita l’aspetto valyriano della sua famiglia e tiene i capelli biondo-argento legati in lunghe trecce come Visenya Targaryen, la sorella e moglie guerriera di Aegon I, sebbene non sia mai ella stessa una guerriera. In gioventù viene descritta come la fanciulla più bella del regno. Si veste sempre in modo sfarzoso, prediligendo velluti viola o marroni e pizzo di Myr dorato con fantasie complesse. Porta spesso un corpetto scintillante di perle e diamanti e anelli sulle dita, con cui gioca compulsivamente quando è agitata.[3]

Viziata fin da bambina, Rhaenyra è una ragazza grassottella diventata poi una donna robusta, con una vita ampia e il petto largo. È molto orgogliosa e testarda, con una piccola bocca petulante. Dopo le prime tre gravidanze, ingrassa notevolmente, nonostante abbia solo 20 anni.[3]

Anche se Rhaenyra possiede un discreto carisma, si arrabbia facilmente e non dimentica mai un torto subito. Durante la Danza dei Draghi, indossa la corona di suo padre.[4]


Storia

Rhaenyra è l’unica figlia sopravvissuta del matrimonio tra re Viserys I e la sua prima moglie, Aemma Arryn. Cresce sperando di diventare la prima regina regnante del Continente Occidentale.[3][5]


Infanzia e giovinezza

Nata nel 97 CA, Rhaenyra è l'unica figlia di re Viserys I e della sua prima moglie, lady Aemma della Casa Arryn, che hanno avuto altri due figli maschi, entrambi morti in culla.[3]

Rhaenyra impara a cavalcare i draghi all'età di 7 anni, quando sorvola i cieli sul suo giovane drago, Syrax. L'anno successivo, la bambina diventa coppiera del padre e lo serve a tavola, ai tornei e a corte: da quel momento è rarissimo vedere re Viserys I senza la figlia.[3]

Da giovane, Rhaenyra s'infatua dello zio, il principe Daemon Targaryen, che si reca molto spesso oltre il Mare Stretto e le porta dei doni esotici. Nel 105 CA ser Criston Cole entra nella Guardia Reale. Cole è stato notato dalla corte l'anno prima, quando ha vinto un torneo e incoronato Rhaenyra regina d'amore e bellezza, dopo di che l'ha pregata di concedergli il suo favore da indossare nella giostra. Un uomo affascinante che cattura l'attenzione di molte dame di corte, compresa quella di Rhaenyra: la ragazza si innamora di lui e inizia a chiamarlo "il mio cavaliere bianco". Quando prega il padre di nominarlo sua spada giurata, Viserys I accetta e da quel momento ser Cole indossa il favore della principessa nelle giostre e diventa il suo difensore negli eventi pubblici.[3]

Più tardi, sempre in quell'anno, la madre di Rhaenyra entra in travaglio e muore nel dare alla luce il suo ultimogenito, che muore il giorno dopo. A quel punto re Viserys proclama Rhaenyra sua erede e obbliga i signori dei Sette Regni a giurarle fedeltà e a promettere di proteggere i suoi diritti. Rhaenyra viene inoltre nominata principessa di Roccia del Drago.[3]

Il nuovo matrimonio di suo padre con Alicent Hightower non infastidiscono Rhaenyra che va invece molto d'accordo con la matrigna, ma i rapporti si incrinano quando la nuova regina mette al mondo in rapida successione due figli sani, Aegon nel 107 CA e Aemond nel 110 CA. Eppure Viserys non proclama erede nessuno dei due figli e anzi, quando gli vengono chieste informazioni sulla questione dell'eredità, preferisce non parlarne. Ser Otto Hightower, padre di Alicent e Primo Cavaliere, viene allontanato da corte per aver insistito troppo a riguardo, ma anche dopo la sua partenza a corte si sono formate due fazioni ben distinte: i sostenitori della regina e quelli della principessa.[3]

Nel 111 CA si tiene un grande torneo ad Approdo del Re per il quinto anniversario del matrimonio tra re Viserys e la regina Alicent. Al banchetto d’apertura, la regina indossa un abito verde, mentre Rhaenyra veste platealmente i colori dei Targaryen, rosso e nero. Questa scelta viene notata da molti, tanto che è da quel momento che diventa comune parlare dei “verdi” e dei “neri”, per indicare rispettivamente i sostenitori della regina e quelli della principessa. Il torneo è dominato dai neri, soprattutto quando ser Criston Cole, che indossa il favore della principessa Rhaenyra, disarciona tutti i campioni della regina, compresi due cugini e il fratello minore della sovrana, ser Gwayne Hightower. [5]

Secondo septon Eustace, Rhaenyra perde la verginità prima di compiere 16 anni dopo essere stata sedotta dallo zio Daemon.[6] La storia narrata dal giullare Fungo è però più scandalosa: Fungo sostiene che Daemon abbia insegnato a Rhaenyra come sedurre e dar piacere a un uomo, lezioni a cui il giullare dice di aver partecipato in prima persona, ma la principessa è rimasta vergine. Secondo Fungo, Rhaenyra ha chiesto allo zio di insegnarle quest'arte perché, innamorata di ser Criston Cole, vuole che lui la veda finalmente come una donna, non come una ragazzina. Qualunque sia la storia (secondo il gran maestro Runciter i due fratelli hanno semplicemente litigato), Viserys manda Daemon in esilio.


Principessa di Roccia del Drago

Nel 113 CA, compiuti i 16 anni, Rhaenyra entra in possesso di Roccia del Drago. L'anno successivo sposa Ser Laenor Velaryon, figlio di lord Corlys Velaryon e della principessa Rhaenys Targaryen: pare che re Viserys l'abbia minacciata di privarla del suo status di erede se si fosse rifiutata di sposare Laenor, dato che Rhaenyra non era interessata alle nozze con un uomo dalle tendenze omosessuali. La principessa ha infatti detto al padre che "I miei fratellastri sarebbero più adatti ai suoi gusti".

La coppia ha tre figli: Jacaerys “Jace” Velaryon, Lucerys “Luke” Velaryon e Joffrey “Joff” Velaryon. Quando loro nonno Viserys I muore, tutti e tre sono vicini all'età adulta e possiedono dei draghi. Si vocifera che i tre ragazzi siano in realtà figli dell’amante di Rhaenyra, ser Harwin Strong dato che i bambini hanno i capelli scuri, mentre Laenor e Rhaenyra hanno entrambi i capelli biondo-argentei.[7] La verità sul padre dei figli di Rhaenyra è tuttora sconosciuta.

Rhaenyra ha altri due figli, i futuri Aegon III e Viserys II, dal suo secondo matrimonio con lo zio, il principe Daemon Targaryen, il guerriero più forte del tempo. I due si sposano dopo la morte della seconda moglie di Daemon e dell'amante (o presunto) di Rhaenyra, Harwin Strong. La notizia del matrimonio tra la principessa e lo zio ha causato un grande scandalo alla corte di Approdo del Re e fa infuriare re Viserys I: la riconciliazione tra il re e il fratello avviene molti anni dopo.

Le intenzioni di Viserys I di far ereditare il trono alla figlia vengono confermate tramite una proclamazione e una condizione del testamento reale.

Rhaenyra dà alla luce una figlia deforme nata morta, Visenya, la notte della morte di Viserys I. [5]


La Danza dei Draghi

Vedi anche: Danza dei Draghi


Secondo il testamento di re Viserys I, alla sua morte sarebbe dovuta succedergli la principessa Rhaenyra. Eppure, ser Criston Cole, lord comandante della Guardia Reale e probabilmente precedente amante di Rhaenyra, si oppone alle volontà del re e incorona Aegon II, figlio di Alicent e fratellastro di dieci anni più giovane della principessa. Questo evento porta allo scoppio di una guerra civile all’interno della famiglia Targaryen nota come Danza dei Draghi, nella quale i cavalieri dei draghi si scontrano tra loro. [8] Durante il conflitto, Rhaenyra cavalca il suo drago Syrax. [9][5]

Al momento della morte di Viserys I, Rhaenyra è a Roccia del Drago in attesa di dare alla luce il suo sesto figlio. I verdi ad Approdo del Re si assicurano che la notizia non lasci la città prima che tutti i sostenitori della principessa nella Fortezza Rossa fossero morti o imprigionati e che Aegon II fosse incoronato. Quando Rhaenyra viene a sapere dell’accaduto, si infuria a tal punto da entrare in travaglio prematuramente e partorire una figlia morta e deforme: incolpa della tragedia i nemici che le hanno rubato la corona. Ser Steffon Darklyn della Guardia reale arriva a Roccia del Drago insieme ad alti sostenitori dei neri fuggiti al colpo di stato, portando con sé la corona del defunto Viserys I: Rhaenyra viene così incoronata a sua volta. [5]

La regina vuole ora strappare la corona al fratello, ma per farlo ha bisogno di altri sostenitori: per questo manda il figlio Jace a trattare con gli Arryn, i Manderly e gli Stark, mente Luke va a discutere con lord Borros Baratheon a Capo Tempesta. La missione di Luke è ritenuta semplice, ma una volta giunto al seggio dei Baratheon, scopre che il figlio più giovane di Alicent, Aemond, è arrivato prima di lui. Aemond, a cavallo di Vhagar, uccide Luke sul Golfo dei Naufragi, quando quest’ultimo prova a fuggire. La madre è devastata dalla notizia della morte del ragazzo. [5]

Rhaenyra conquista la capitale e siede sul trono per un breve periodo. Sebbene indossi l’armatura, septon Eustace sostiene che i presenti abbiano visto molti tagli sulle sue gambe e sulla mano sinistra della regina provocati dal trono di spade. Il sangue che cola dalle ferite viene interpretato come una prova che il trono la rifiuta; il suo regno sarebbe stato quindi piuttosto breve. Rhaenyra arriva a esigere talmente tante vendette sugli abitanti di Approdo del Re che il popolino si ribella. Col passare del tempo, la regina diventa sempre più crudele e vendicativa tanto da guadagnarsi il soprannome di “re Maegor con le tette”. Dopo aver saputo dei Due Traditori, Rhaenyra diventa paranoica e accusa Addam Velaryon, Corlys Velaryon e Nettles di tradimento. [5]

A seguito dell’Assalto alla Fossa del Drago, Rhaenyra lascia Approdo del Re: terrorizzata e disperata, il suo aspetto muta, rendendola vecchia e macilenta mentre attraversa Rosby, Stokeworth e Duskendale. Non appena raggiunge Roccia del Drago, Rhaenyra viene tradita da ser Alfred Broome, che ordina di eliminare i membri rimasti della sua Guardia della Regina. Il fratellastro Aegon II la dà poi in pasto al suo drago, Sunfyre, a Roccia del Drago. Secondo un decreto dello stesso Aegon II, Rhaenyra non è mai stata regina, per cui, nei registri storici e nei diari di corte dovrà sempre essere chiamata “principessa”.[5]

I figli che Rhaenyra ha avuto dal marito della Casa Velaryon (o dall’amante) sono morti durante la Danza dei Draghi, ma i figli del suo secondo matrimonio con Daemon sono sopravvissuti al conflitto. La guerra si conclude nel 131 CA, quando Aegon II muore poco dopo la sua vittoria. In mancanza di eredi maschi, gli succede il primogenito di Rhaenyra e Daemon, Aegon III, che ha visto la madre morire nelle fauci del drago. [10] Anche il secondo figlio di Rhaenyra e Daemon salirà al trono come re Viserys II.


Eventi recenti

Tempesta di spade

Stannis Baratheon cita Rhaenyra quando elenca a Davos Seaworth i personaggi storici morti per tradimento. [1]


Citazioni su Rhaenyra

Daemon Fuoconero, i fratelli Toyne, il re Avvoltoio, il gran maestro Hareth... i traditori hanno sempre pagato con la vita... perfino Rhaenyra Targaryen. Era la figlia di un re, madre di altri due, eppure subì la morte dei traditori per aver cercato di usurpare la corona del fratello.
Stannis Baratheon [1]



Famiglia

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Rodrik
Arryn
 
Daella
 
 
 
 
 
Baelon
 
Alyssa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aemma Arryn
 
 
 
 
 
Viserys I
 
 
 
 
 
Alicent Hightower
 
Daemon*
 
Aegon
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
figlio sconosciuto
 
Baelon
 
Rhaenyra
 
Daemon*
 
Aegon II
 
Helaena
 
Aemond
 
Daeron
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Aegon III
 
Viserys II
 
Visenya
 
Jaehaerys
 
Jaehaera
 
Maelor
 


Fonti e Note

  1. 1,0 1,1 1,2 Tempesta di spade, Capitolo 36, Davos.
  2. Il mondo del ghiaccio e del fuoco, Aegon II
  3. 3,0 3,1 3,2 3,3 3,4 3,5 3,6 3,7 The Rogue Prince
  4. "So speak martin". Good Queen Alysanne and Rhaenyra. June 18, 2006. http://www.westeros.org/Citadel/SSM/Entry/1604/. 
  5. 5,0 5,1 5,2 5,3 5,4 5,5 5,6 5,7 La principessa e la regina
  6. Ran discussing Eustace
  7. La madre di Rhaenyra era una Arryn e la nonna di Laenor una Baratheon: è possibile che i figli abbiano ereditato l'aspetto di parenti lontani piuttosto che dei genitori
  8. Il banchetto dei corvi, Capitolo 13, Il Cavaliere Disonorato.
  9. La danza dei draghi, Capitolo 8, Tyrion.
  10. Il Cavaliere Errante.


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti