Roderick Dustin

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
300px-House Dustin.PNG
Roderick Dustin
300px-House Dustin.PNG

Alias

Roddy la Rovina

Titolo

Lord di Barrowton

Affiliazione

Casa Dustin
I Neri

Cultura

Nord

Data e luogo di morte

130 CA, Tumbleton

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Menzionato
La principessa e la regina - Menzionato

Lord Roderick Dustin, altresì conosciuto come Roddy la Rovina, è lord di Barrowton e capo della Casa Dustin al tempo della Danza dei Draghi, la guerra civile della famiglia Targaryen.[1]


Indice


Storia

Vedi anche: Danza dei Draghi (guerra).

Durante il conflitto civile, il Nord è schierato con i neri e Roderick guida a sud dell’Incollatura duemila soldati, i cosiddetti Lupi dell’Inverno, per combattere a favore di Rhaenyra Targaryen.[1]

Nella Battaglia sulla Riva del Lago, combattuta lungo la riva occidentale dell’Occhio degli Dèi, i Lupi dell’Inverno di Lord Dustin caricano i lancieri Lannister per cinque volte. L’esercito di Rhaenyra riporta la vittoria, ma più dei due terzi delle forze del Nord sono trucidati o gravemente feriti.[1]

Roddy la Rovina guida anche l’assalto nella Danza del Beccaio, la battaglia che ha luogo sulla riva meridionale dell’Occhio degli Dèi, la quale comporta la morte di Ser Criston Cole, il Creatore di Re.[1]

Roderick perde la vita nel corso della Prima Battaglia di Tumbleton, mentre è ancora una volta a capo dei suoi Lupi dell’Inverno, i quali attaccano l’armata di Lord Ormund Hightower. Ser Bryndon Hightower gli mutila il braccio che regge lo scudo con un fendente, ma Roddy la Rovina riesce comunque ad uccidere entrambi i comandanti Hightower prima di morire per le ferite inflittegli.[1]


Citazioni di Roderick

Meglio porre fine a questi leoni prima che vengano i draghi.[1]
Poco prima della Battaglia sulla Riva del Lago



Citazioni su Roderick

Secondo quanto narrano i cantastorie, Lord Roderick era coperto di sangue dalla testa ai piedi quando si avventò in attacco, lo scudo e l’elmo sfondati, e al tempo stesso talmente famelico di strage che sembrava non sentire nemmeno il dolore delle ferite che gli erano state inflitte.[1]
L’Arcimaestro Gyldayn riguardo alla Prima Battaglia di Tumbleton



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti