Sacco di Duskendale

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Sacco di Duskendale
Conflitto Danza dei Draghi
Data 129 CA
Luogo Duskendale, Terre della Corona
Esito vittoria dei verdi
Combattenti
I verdi Casa Darklyn (i neri)
Comandanti
Ser Criston Cole Lord Darklyn +
Forze
sopra le 800 unità guarnigione di Duskendale
Vittime
minime ingenti
Lord Darklyn +

Il Sacco di Duskendale ha luogo a Duskendale, nelle Terre della Corona, durante la Danza dei Draghi.[1]

Indice


Preludio

Dopo la caduta di Harrenhal per mano di Daemon Targaryen e le due sconfitte consecutive dei verdi nella Battaglia del Mulino in Fiamme e presso Stone Hedge, re Aegon II Targaryen licenzia Ser Otto Hightower dal suo incarico come Primo Cavaliere, assegnando il titolo a Ser Criston Cole, il Lord Comandante della Guardia Reale. Quest’ultimo suggerisce di farla pagare ai “traditori” che hanno giurato fedeltà alla principessa Rhaenyra Targaryen. Sebbene le sedi sul mare dei Velaryon e dei Celtigar risultino inespugnabili in mancanza di una potente flotta da guerra, i lord dei neri che abitano sul continente non possono vantare la protezione delle onde e sono maggiormente esposti al nemico. È dunque loro che i sostenitori di Aegon intendono colpire.[1]


La battaglia

Duskendale, colta totalmente di sorpresa, cade in fretta nelle mani degli avversari e viene brutalmente saccheggiata. Le navi che si trovano in porto sono incendiate e Lord Darklyn decapitato con l’accusa di tradimento.[1]


Conseguenze

Terminato il saccheggio, Ser Criston Cole fa marciare le sue truppe verso Riposo del Corvo, sede della Casa Staunton, ovvero la prossima vittima.[1]


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti