Secondi Figli

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Secondi Figli
Second Sons flag.png

Stendardo

Una spada spezzata

Comandante attuale

Ben Plumm

Affiliazione attuale

Yunkai (formalmente)
Daenerys Targaryen (in segreto)

Posizione attuale

Meereen, impegnati nell'assedio

Forze

circa 500 uomini

I Secondi Figli sono una compagnia mercenaria fondata nelle Città Libere. Sul loro stendardo è rappresentata una spada spezzata[1] e prendono ordini solo dal loro capitano.

I Secondi Figli non sono ben equipaggiati come la Compagnia Dorata. Quando sono impegnati in battaglia il loro accampamento è composto da tende cenciose disposte in cerchio, tra cui la tenda del cuoco. Quella di Ben Plumm il Marrone ha le pareti dipinte e scolorite dopo anni di esposizione al sole e alla pioggia, con il pavimento coperto da logori tappeti di una dozzina di colori diversi che stridono tra loro.


Indice

Storia

I Secondi Figli sono una delle compagnie mercenarie libere più antiche che, nonostante non abbia una reputazione brillante come quella della Compagnia Dorata, ha comunque ottenuto numerose vittorie nel passato. Quattrocento anni or sono, i Secondi Figli si sono posti a difesa di Qohor insieme ai Vessilli Lucenti contro il primo khalasar che si era avventurato a est in seguito al Disastro di Valyria: in quell'occasione, però, erano stati sconfitti ed erano fuggiti dal campo di battaglia, che era stata successivamente vinta dai Tremila di Qohor.[2]

Il nome di ogni uomo che presta servizio nei Secondi Figli viene segnato in un libro con la copertina di pelle, insieme alle informazioni riguardo quando si sono uniti alle fila della compagnia, dove hanno combattuto, per quanto tempo hanno servito e come sono morti. La tradizione prevede inoltre che si firmi usando dell'inchiostro rosso: un tempo bisognava firmare con il proprio sangue, ma l'usanza è stata successivamente abbandonata poiché il sangue era un pessimo inchiostro. Tra i membri famosi del passato ci sono:

Sotto il comando di Mero, la cui pessima reputazione è conosciuta anche nel Continente Occidentale, i Secondi Figli diventano una compagnia infame quasi al livello dei Bravi Camerati. La guida di Mero ha avuto un effetto così negativo sulla fama della compagnia che nessuna delle Città Libere si è detta disposta ad assumerla di nuovo.[1] I Secondi Figli hanno combattuto nelle Terre Contese.


Eventi recenti

Tempesta di spade

I Secondi Figli sono sotto contratto con Yunkai, che richiede i loro servigi per difendersi da Daenerys Targaryen. I loro uomini si trovano sul lato sinistro della linea difensiva che si prepara ad affrontare l'armata di Daenerys. Mero, il capitano della compagnia, accetta l'invito della ragazza, che gli offre di passare dalla sua parte, ma lui si dimostra disposto a pensare all'offerta solo se lei gli regala un carro di vino. Mentre gli ufficiali dei Secondi Figli sono intenti ad ubriacarsi, quella notte stessa, Daenerys ordina ai suoi uomini di attaccare: i mercenari decidono quindi di passare dalla sua parte, mentre Mero fugge prima di essere catturato.[1]

I mercenari scelgono Ben Plumm il Marrone come loro nuovo capitano e si uniscono all'esercito di Daenerys. Mero si nasconde tra i liberti e prova ad uccidere la regina, ma viene prima fermato da Arstan Barbabianca e poi ucciso dalla folla inferocita.[4]


La danza dei draghi

Daenerys Targaryen manda i Secondi Figli a sud per prevenire eventuali attacchi da parte delle forze di Meereen.[5] Quando però Ben Plumm scopre che Daenerys non riesce più a controllare i suoi draghi, decide di portare la sua compagnia dalla parte di Yunkai.[6][7]

Tyrion Lannister e Jorah Mormont, fuggiti dagli schiavisti, decidono di unirsi ai Secondi Figli e sono accompagnati da un'altra schiava in fuga, Penny. La compagnia è al quarto libro con l'elenco dei nomi, che Tyrion firma. Parte dell'accordo tra Tyrion e Ben il Marrone per farlo entrare nella compagnia prevede che il Folletto si indebiti con loro: prima di poter firmare il libro Tyrion infatti deve firmare tra le 50 e le 60 note di pagamento. Il Folletto nota che solo un uomo su dieci tra i Secondi Figli riceve una nota di pagamento da firmare. Man mano che le firma scrivendo "Tyrion della Casa Lannister", le passa a Calamaio che ci sparge sopra della sabbia fine per asciugare l'inchiostro.[8]

Le note di pagamento per i sergenti assicurano al detentore che riceverà 100 dragoni d'oro, mentre le note in mano agli ufficiali di alto livello valgono 1000 dragoni d'oro. Le ultime tre note sono intestate a persone ben precise:

  • A Kasporio l'Astuto, su una pergamena pregiata, 10.000 dragoni d'oro;
  • A Tybero Istarion, su una pergamena pregiata, 10.000 dragoni d'oro;
  • A Ben Plumm, su un rotolo di cartapecora, 100.000 dragoni d'oro, 50 acri di terra fertile, un castello e il titolo di lord.

L'armaiolo dei Secondi Figli è Martello e ha un apprendista, Chiodo. Tyrion nota che l'acciaio a disposizione della compagnia è di qualità peggiore rispetto a quello che ha utilizzato nella Battaglia della Forca Verde e Jorah dice c'è, seppur la qualità non sia eccelsa, sarà sufficiente a fermare una spada.[8]

Con l'aggiunta di Tyrion e Jorah, i Secondi Figli contano 514 unità: Jorah viene assegnato ai guerrieri, mentre Tyrion diventa assistente di Calamaio, per aiutarlo a tenere i libri contabili, contare le monete, scrivere contratti e lettere. Quando Tyrion commenta che potrebbe supervisionare le baldracche, la battuta non piace a Ben, che gli intima di stare lontano dalle prostitute perché vuole che il Folletto stia il più possibile nascosto all'interno dell'accampamento, fino a quando Meereen non sarà conquistata e loro saranno tornati sani e salvi nel Continente Occidentale.[8]


The Winds of Winter

La Ragazza Generale ordina ai Secondi Figli di difendere Sorella Crudele durante il Secondo Assedio di Meereen. Un messaggero di Yunkai arriva poi nella tenda per riferire che Morghaz zo Zherzyn, comandante supremo dell'esercito di Yunkai, vuole invece che difendano Figlia dell'Arpia, poiché gli Immacolati stanno avanzando verso quel trabocco, mentre Barba di Sangue e due legioni di Ghis si preparano ad affrontarli. I Secondi Figli vengono poi informati della morte di Gorzhak zo Eraz per mano del Principe Straccione: ciò significa che la Compagnia del Vento è passata dalla parte di Daenerys Targaryen. Quando il messaggero riconosce poi Tyrion Lannister come lo schiavo fuggito e ordina che venga riconsegnato, Jorah Mormont lo uccide. Ben Plumm annuncia quindi che i Secondi Figli sono sempre stati fedeli alla regina e che la loro alleanza con Yunkai era solo una farsa.[9]


Membri conosciuti

Capitani e generali

  • {Mero}, detto il Bastardo del Titano, ucciso da liberti dopo aver cercato di uccidere Daenerys Targaryen
  • Ben Plumm, detto Ben il Marrone, capitano e comandante
  • Kasporio, detto l'Astuto, secondo di Ben


Membri


Citazioni

Ho firmato il loro libro. Alla vecchia maniera: con il sangue. Adesso sono un Secondo Figlio.
Tyrion Lannister a Penny[8]


Che continui pure a pensare di avermi messo a pecorella e di fottermi il culo, mentre io andrò avanti a ingaggiare spade d'acciaio pagando con dragoni di carta. Se mai fosse riuscito a tornare nell'Occidente a reclamare i suoi diritti di successione, avrebbe avuto a disposizione tutto l'oro di Castel Granito per onorare le sue promesse. In caso contrario, be', sarebbe morto, e i suoi nuovi confratelli avrebbero potuto pulirsi il culo con quelle pergamene.
Pensieri di Tyrion Lannister[8]



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti