Symon Schiena Striata

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Symon Schiena Striata

Affiliazione

Casa Targaryen
Fratelli Liberi
Concilio Regnante di Meereen

Cultura

Astapor

Libri

La danza dei draghi - compare

Symon Schiena Striata è il comandante dei Fratelli Liberi, una compagnia di liberti.[1]


Indice

Storia

Symon è un ex schiavo di Astapor e viene soprannominato "Schiena Striata" per l'intrico di cicatrici che gli scavano schiena e spalle, ricordo delle frustate ricevute dal suo vecchio padrone. Viene liberato da Daenerys Targaryen.[2] A Yunkai, da schiavo, aiutava il suo padrone a contrattare con le compagnie libere.[3]


Eventi recenti

La danza dei draghi

Symon viene nominato comandante di una compagnia di soldati appena fondata, i Fratelli Liberi, ed è un membro del Concilio Regnante di Meereen, a cui partecipa spesso. Durante la discussione incentrata sulle navi donate da Xaro Xhoan Daxos e se vanno utilizzate per raggiungere il Continente Occidentale, Symon sostiene che tredici navi sono troppo poche per trasportare tutti. Quando ser Barristan Selmy riprende tutti coloro che si oppongono alla decisione di lasciare Meereen, Symon, astioso, si complimenta per le parole audaci e commenta che è facile parlare così, se si decide di scappare e lasciare la Baia degli Schiavisti nel caos.[2]

Symon è presente anche durante il concilio convocato da ser Barristan dopo la scomparsa di Daenerys Targaryen. L'anziano cavaliere sa che Symon brama la battaglia e insiste affinché i dorniani che hanno liberato Rhaegal e Viserion facciano la stessa fine del principe Quentyn Martell, arso vivo da Rhaegal. Quando finalmente si raggiunge un accordo su come organizzarsi in battaglia, Symon chiede se i draghi si uniranno a loro, poiché i mercenari di Yunkai si rifiuteranno di affrontarli, ma ser Barristan non sa cosa rispondere.[3]


Fonti e note

  1. La danza dei draghi, Appendice.
  2. 2,0 2,1 La danza dei draghi, Capitolo 16, Daenerys.
  3. 3,0 3,1 La danza dei draghi, Capitolo 70, Il Primo Cavaliere della Regina (Barristan IV).
Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti