Torrhen Manderly

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
House Manderly.PNG
Torrhen Manderly
House Manderly.PNG

Titoli

Ser
Lord reggente
Lord di Porto Bianco
Primo Cavaliere del Re

Affiliazione

Casa Manderly
I Neri

Libri

Il mondo del ghiaccio e del fuoco – Menzionato
La principessa e la regina – Menzionato

Torrhen Manderly è un cavaliere figlio di Lord Manderly di Porto Bianco.[1]


Indice


Storia

Danza dei Draghi

Vedi anche: Danza dei Draghi (guerra).

All'inizio della guerra civile, il principe Jacaerys Velaryon si reca in visita a Porto Bianco e Grande Inverno in cerca di nuovi alleati dei neri nel Nord. Lord Manderly invia al Sud i suoi due figli maschi, Ser Medrick ed il corpulento ed intelligente Ser Torrhen, perché combattano per Rhaenyra Targaryen. Dopo che la regina perde due draghi a causa del voltafaccia dei Due Traditori, i fratelli Manderly mettono in guardia la donna circa un potenziale tradimento da parte degli altri due semi di drago, Addam Velaryon e Nettles.[1]

Durante l’insurrezione di Approdo del Re, gli uomini del Nord di Torrhen trovano Piazza della Pescheria ed il Lungofiume occupati dalla massa di cavalieri straccioni guidati da Ser Perkin. Nella ritirata verso la Fortezza Rossa, Torrhen perde un quarto dei suoi soldati.
I fratelli Manderly scortano Rhaenyra quando questa fugge dalla capitale in seguito all’Assalto alla Fossa del Drago. Medrick consiglia alla regina di raggiungere Porto Bianco, ma ella decide di far ritorno a Roccia del Drago, senza i Manderly.[1]


Reggenza di Aegon III Targaryen

Ser Torrhen è uno dei primi sette reggenti eletti per governare in vece di re Aegon III Targaryen. Abbandona tuttavia il suo officio nel 132 CA per sostituire il padre ed il fratello, entrambi morti per la Febbre Invernale, come lord di Porto Bianco. Successivamente, Lord Torrhen ritorna ad Approdo del Re, ove è nominato Primo Cavaliere del Re. L’officio gli permane sino al termine del periodo di reggenza, quando re Aegon, raggiunta l’età consona a regnare, licenzia tutti i suoi reggenti e Primi Cavalieri.[2]


Fonti e note


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti