Urswyck

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Brave companions small.png
Urswyck
Brave companions small.png
Urswyck the Faithful TheMico.jpg
Urswyck © The Mico

Alias

Urswyck il Fedele

Affiliazione

Bravi Camerati

Libri

Tempesta di spade - compare
Il banchetto dei corvi - menzionato

Urswyck, detto anche Urswyck il Fedele, è un membro dei Bravi Camerati e luogotenente di Vargo Hoat.[1]


Indice

Aspetto

Urswyck sembra un cadavere, con gli occhi cerchiati di rosso e le vene in evidenza sotto la pelle pallidissima del viso e delle mani. Ha i capelli fini e una risata sottile.[2]


Storia

Ha ucciso la sua stessa moglie.[2]


Eventi recenti

Tempesta di spade

Urswyck guida il contingente di Bravi Camerati che incappa in Jaime Lannister e Brienne di Tarth intenti a combattere sulla strada tra Maidenpool e Duskendale e riconosce immediatamente Jaime. Quando l'uomo gli offre l'oro dei Lannister in cambio del suo ritorno sano e salvo e suggerisce che anche per Brienne si potrebbe chiedere un riscatto, Urswyck non reagisce. Jaime, convinto che i Bravi Camerati siano ancora a servizio di suo padre chiede del "caprone" e Urswyck risponde che non dovrebbe chiamare "lord Vargo" in quel modo in sua presenza: Jaime chiede allora di cosa esattamente Vargo è "lord" e Urswyck gli risponde che gli è stata promessa Harrenhal. Il cavaliere chiede allora di togliergli le manette, ma Urswyck ridacchia e gli dice che i Bravi Camerati hanno cambiato schieramento e che ora servono lord Roose Bolton. Jaime allora fa un'osservazione pungente sull'onore dei Bravi Camerati, commento che gli fa prendere un pugno da uno dei mercenari, su ordine di Urswyck che ordina poi di prendere lui e Brienne e portarli da Vargo Hoat.[2]

Durante il viaggio, Jaime propone a Urswyck di tradire Vargo e portarlo ad Approdo del Re anziché al suo cospetto, dove otterrebbe una ricompensa, il perdono reale e forse persino il titolo di cavaliere, ma il mercenario non reagisce e risponde semplicemente che sarebbe uno stupido a credere alla parola di un uomo che infrange i giuramenti. Jaime capisce, con dispiacere, che non incute alcun timore nell'uomo, anzi, forse gli fa più pietà e si assapora il momento in cui impiccherà il mercenario riempiendogli le tasche di oro.[2]

Non appena arrivano all'accampamento di Vargo, Rorge inizia a prendere a calci Brienne, ma Urswyck gli dice di non romperle le ossa, dato che quella donna con la faccia da cavallo vale il suo peso in zaffiri, come gli ha suggerito Jaime. Quando Vargo dà l'ordine, Urswyck assiste mentre Zollo mozza la mano a Jaime.[2] Gli lega poi l'arto menomato con una corda al collo.[3]

Ad Harrenhal, dopo che la ferita provocatagli all'orecchio da un morso di Brienne si infetta, Vargo impazzisce a causa della febbre: Urswyck e Rorge litigano se lasciare il castello o rimanere, ma Vargo ordina di rimanere e difendere la fortezza. I Bravi Camerati però abbandono il loro leader e si disperdono e Urswyck si dirige verso Vecchia Città con un piccolo gruppo.[4][5]


Il banchetto dei corvi

Urswyck, come molti ex membri dei Bravi Camerati, è in fuga.[1] Quando Brienne di Tarth incappa in Shagwell, Timeon e Pyg ai Sussurri, Timeon dice che Urswyck è diretto a Vecchia Città con un piccolo gruppo.[5]


Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti