Vecchie Pietre

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Vecchie Pietre
Rovine
750px-Here Lies Tristifer.png
Robb e Catelyn alla tomba di Tristifer IV © onionjulius

Posizione

Continente Occidentale, Terre dei Fiumi

Religlione

Antichi Dèi

Vecchie Pietre è il nome con cui si indicano i resti di un antico castello nelle Terre dei Fiumi che apparteneva alla Casa Mudd. Il vero nome del luogo è andato perduto e il popolino locale l'ha ribattezzato quindi “Vecchie Pietre”. [1]


Indice

Struttura

Le rovine della fortezza si trovano su una collina che sovrasta la Forca Blu del Tridente. Rimangono soltanto le fondamenta e il sepolcro di Tristifer IV Mudd, un Re del Fiume del passato. [1] Le mura perimetrali un tempo si ergevano lungo tutta la sommità della collina come una corona sulla testa di un re, ma adesso rimangono solo le fondamenta e pochi cumuli di pietre frastagliate, punteggiate dal lichene, alti fino alla cintola di un uomo. [2]

Le fondamenta spuntano dall'erba e mostrano dove una volta si trovavano le mura e le altre strutture, ma da tempo il popolino locale ha portato via molto materiale per poter costruire case, templi e torri di guardia. Gli unici resti del castello sono collinette coperte di muschio, dietro le quali si trova il parco degli Dèi. [2]

Dove un tempo sorgeva il corpo di guardia le rovine sono più consistenti ed è necessario smontare di sella e condurre il cavallo per le briglie per poter proseguire. All'interno del perimetro le erbacce arrivano al petto di una persona.

Al di sotto delle rovine, i pendii più bassi della collina sono molto boscosi. Tra pini e alberi sentinella grigio-verdi crescono ginestre, felci, cardi, carici e cespugli di more. In altri punti olmi scheletrici, pallidi lecci e querce nane si abbarbicano al terreno come viticci deformi.

La strada per raggiungere Vecchie Pietre gira due volte intorno alla collina prima di raggiungere la cima [2]: è coperta di erbaccia, di pietra e va percorsa lentamente anche nelle migliori condizioni.


Il sepolcro

Al centro di quello che un tempo doveva essere il centro del cortile c'è ancora un sepolcro, mezzo nascosto da erbaccia marrone alta fino al petto di un uomo e da frassini. Il sepolcro ospita i resti di Tristifer, quarto del suo nome, Re dei Fiumi e delle Colline. [1]

Sul coperchio della tomba sono scolpite le sembianze dell'uomo che giace all'interno, ma secoli di vento e pioggia hanno rovinato il lavoro. Catelyn e Robb riescono ancora a vedere che il re aveva una barba, ma il resto del volto è liscio e privo di lineamenti, di bocca, naso, occhi e della corona che porta sul capo rimangono solo tracce vaghe.

Le mani del simulacro sono intrecciate sull'impugnatura della mazza da guerra collocata sul torace. Un tempo, sulla mazza dovevano essere state incise le rune che raccontavano la storia del sovrano, ma tutto era stato lavato via dal tempo. [1] La pietra è fessurata, decolorata qua e là dal dilagare del lichene livido, gli angoli si disgregano. Dai piedi del sovrano ormai dimenticato crescono rami di rose selvatiche che salgono fino quasi a raggiungere il torace.


Storia

Vecchie Pietre era il seggio della Casa Mudd, la casata che ha avuto più successo nell'unificare gran parte delle Terre dei Fiumi, ma i Mudd vengono sconfitti durante l'invasione andala e il loro castello è stato trascurato da quel momento, riducendosi in rovina.[1][3]

Durante l'occupazione dei Re della Tempesta, ser Lymond Fisher, cavaliere di Vecchie Pietre, non riesce a imporsi come Re dei Fiumi.

Eventi recenti

Tempesta di spade

La posizione di Vecchie Pietre nelle Terre dei Fiumi

Diretto alle Torri Gemelle, Robb Stark si accampa sulla collina che sovrasta la Forca Blu, all'interno delle rovine della fortezza degli antichi Re dei Fiumi. Catelyn Tully lo trova immobile e austero accanto al sepolcro.

Catelyn ricorda che una volta si era fermata a Vecchie Pietre insieme a suo padre, mentre erano diretti a Seagard. [1] Ricorda che con loro c'era anche Petyr. Quando Robb le chiede il nome del luogo, lei risponde che il popolino lo chiamava Vecchie Pietre quando era ragazza. A Robb viene in mente quindi una canzone su Jenny di Vecchie Pietre: Catelyn pensa tra sé e sé che aveva giocato a essere Jenny quella volta che si era fermata con suo padre, si era persino messa dei fiori tra i capelli, e Petyr aveva invece finto di essere il suo Principe delle Libellule. Pensa che avevano al massimo dodici anni.

Robb parla con la madre di chi avrebbe dovuto nominare suo successore, dato che lui e la moglie, Jeyne Westerling, non hanno ancora avuto figli. Nonostante il parere contrario di Catelyn, Robb ha in mente di legittimare il suo fratellastro, Jon Snow, e nominarlo suo erede. [1]

Molto tempo dopo le Nozze Rosse, Merrett Frey si dirige verso Vecchie Pietre con il riscatto per liberare il nipote del suo fratellastro, Petyr Frey.

Quando Merrett entra nel perimetro interno sente della musica provenire dagli alberi, in un punto ancora più interno del castello. Raggiunto il sepolcro di re Tristifer, trova Tom Settecorde seduto sopra a gambe incrociate che suona l'arpa. Merrett incontra gli altri fuorilegge che hanno rapito Petyr, ormai impiccato a un albero del parco degli dei. Gli uomini circondano Merrett, gli rubano l'oro e poi lo impiccano. [2]


Capitoli che si svolgono a Vecchie Pietre


Fonti e note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 1,6 Tempesta di spade, Capitolo 45, Catelyn.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 Tempesta di spade, Epilogo.
  3. Il mondo del ghiaccio e del fuoco


Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti