Veleno

Da Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco - Wiki.
Danza del demone - © Fantasy Flight Games
La bottega dell'alchimista - © Fantasy Flight Games
Le politche della Cittadella - © Fantasy Flight Games
Un pozzo avvelenato a Dorne - © Fantasy Flight Games
Il veleno è l'arma prediletta di Tyene Sand - © FGG

Una grande varietà di veleni è impiegata in tutti i Sette Regni e nel Continente Orientale. I maestri della Cittadella studiano le proprietà di tali sostanze in modo da preparare antidoti, mentre nelle Città Libere esse divengono l'arma ideale delle gilde di assassini. Nell'estremo Est, a Meereen e Qarth, i Superni offrono vino avvelenato ai propri nemici.[1]


Indice


Descrizione

Nella società feudale dei Sette Regni, il veleno è considerato, da lord e cavalieri, un'arma subdola e vile[2], degna soltanto dei peggiori criminali delle Città Libere. Lo si ritiene, inoltre, un espediente tipicamente femminile oppure consono alla natura malfidata dei bastardi.


Veleni comuni

La classificazione dei veleni comuni comprende l'ombra della sera e la polvere di essenza grigia, che derivano, rispettivamente, da una pianta e da diversi funghi tossici. Il veleno di animali come basilischi, manticore e certi insetti è altrettanto efficace, sebbene maggiormente difficile da ricavare. Il veleno di manticora uccide molto lentamente e solo dopo aver raggiunto il cuore, procurando alla vittima un'atroce agonia.[3]


Veleni rari

Sono veleni rari lo strangolatore, ottenuto da una pianta che cresce unicamente nel Mare di Giada e che soffoca le vittime ostruendo la trachea, e le Lacrime di Lys, un veleno incolore e inodore che attacca stomaco e intestino. Il primo è stato usato, in passato, per eliminare dei monarchi ed è a causa di ciò se, oggi, i re hanno un proprio assaggiatore. Il secondo è il veleno con cui Lysa Tully ha ucciso il marito Jon Arryn.[4]


Veleni dalla natura ambigua

Vi sono sostanze che, pur non appartenendo propriamente alla famiglia dei veleni, si rivelano deleterie per chi le assume. Sono esempi al riguardo il tè della luna, un "medicinale" che procura aborti, il dolcesonno, che dona un sonno profondo ma che deve essere somministrato con cautela: una dose eccessiva può infatti risultare fatale.[5]


Somministrazione

Il veleno viene normalmente somministrato alle vittime mescolato al cibo o ad una bevanda che, spesso, ne mascherano il gusto e l'odore. Per questo motivo, i cuochi dei nobili sono spesso sorvegliati da guardie e gli assaggiatori hanno il compito di sventare omicidi ai danni dei loro padroni a costo della vita. Ciononostante, individui scaltri ed esperti riescono ad eludere simili controlli cospargendo il bordo di un calice o la lama di coltelli per tagliare le pietanze. Altri modi per assassinare qualcuno ricorrendo al veleno sono l'utilizzo di armi bagnate dalla sostanza letale o di accessori e indumenti che inalino le spore tossiche attraverso la pelle della vittima.


Veleni conosciuti

Un sicario con un pugnale avvelenato - Felicia Cano © Fantasy Flight Games


Personaggi che hanno utilizzato il veleno


Personaggi che sono stati avvelenati

Melisandre beve del vino avvelenato - © Fantasy Flight Games


Personaggi che potrebbero esser stati avvelenati


Personaggi scampati all'avvelenamento


Citazioni

Il complotto - Mike Capprotti © Fantasy Flight Games
La turpitudine dell'avvelenatore si colloca al disotto della deprecazione.[6]
Aethelmure



Il veleno era per i codardi, le donne e i dorniani.[7]
Dai pensieri di Victarion Greyjoy



Il veleno è un modo di uccidere sporco e infame.[2]

Balon Swann rivolto a Tyene Sand



Le lacrime... le lacrime di Lys... Mi hai detto tu di versarle nel vino di Jon Arryn. E io ti ho obbedito![4]

Lysa Tully rivolta a Petyr Baelish



Implorai Lord Arryn di servirsi di un assaggiatore, in questa medesima stanza lo implorai, ma lui rifiutò di ascoltarmi. 'Soltanto un essere di molto inferiore a un uomo può pensare cose simili', mi rispose.[8]
Varys rivolto ad Eddard Stark



Un vero uomo non uccide col veleno.[7]
Dai pensieri di Victarion Greyjoy



Ho scoperto che bisogna diffidare solo del cibo allettante. Gli avvelenatori scelgono invariabilmente i piatti più appetitosi.[9]
Il Principe Straccione



Fonti e note

Strumenti personali
Namespace

Varianti
Azioni
Navigazione
Strumenti